Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:02 METEO:PONTEDERA15°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 19 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità mercoledì 18 novembre 2015 ore 17:45

Il sogno di fare un olio come l'oro giallo

Intervista con Toni Lonobile, il potino primo classificato 2015 al campionato regionale toscano di potatura dell'olivo a vaso policonico



CASCIANA TERME LARI — Il suo grande amore è la pianta dell'olivo, il sogno produrre un'extravergine che sia il migliore della provincia di Pisa. Toni Lonobile vincitore della gara regionale di potatura dell’olivo a vaso policonico organizzata dal Comitato Gocce d’oro di Casciana Alta il 7 marzo, ci racconta della raccolta dell’olio nuovo 2015.

Toni Lonobile, classe 1971 , ha origini siciliane e abita a Pisa da 30 anni, è laureato in tecniche Sanitarie Biomediche e ha svolto vari lavori sulle tecniche del DNA ricombinante.

Ma il grande amore di Toni è sempre stata la pianta dell’olivo, la sua cura, la sua potatura, il suo prodotto.

Se ne è innamorato da bambino, e ci racconta che alle scuole elementari disegnò per la maestra una pianta di olivo posizionata davanti al tempo della concordia di Agrigento.

“L’amore per queste piante è cresciuto insieme a me – dice Toni – e con i miei primi soldi ho comperato una pianta di olivo sulle pendici di Montemagno di Calci. Con l’acquisto della mia prima pianta, continua Toni, decisi di dedicarmi alla sua cura e in modo particolare alla sua potatura, frequentando corsi professionali e aggiornandomi di continuo leggendo testi e articoli scientifici. La mia prima gara di potatura professionale l’ho disputata 3 anni fa – dice ancora Toni – e la delusione di non essermi classificato è stato motivo di approfondire la mia conoscenza fino a diventare il potino più bravo di tutta la Toscana. Ho fatto molti viaggi tematici in tutta Italia spingendomi fino all'Andalusia e al Portogallo per conoscere altre realtà. Mi sono messo a potare senza quasi mai fermarmi e a leggere tutto quello che mi capitava fra le mani – continua Toni - ed ho perfino trovato e comprato dei vecchi libri come quello ad esempio del prof. Marinucci (datato 1932) dove già si parlava di vaso e di una potatura molto simile a quella che oggi viene chiamata “a vaso policonico”.

Toni è iscritto all’albo nazionale di potatori professionali dell’olivo, ha contatti con giovani e meno giovani laureati in agronomia, geologia, e alcuni di loro provengono dalla Scuola Sant’Anna di Pisa.

Ora che Toni ha imparato a curare l’olivo, coltiva un altro grande sogno nel cassetto: creare un olio extravergine di oliva fiore all’occhiello di Pisa, puntando sulla qualità di questo favoloso oro giallo. Collabora nelle ricerche, collabora con potatori professionisti delle varie Regioni d’Italia e sta lavorando per un nuovo impianto con le moderne tecniche colturali.

Toni Lonobile conclude con queste parole la sua intervista “Prendersi cura di un olivo, di un oliveto o di una qualsiasi altra pianta non ha prezzo, le piante e la natura ci dicono molte cose, basta saperle ascoltare”.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle ultime 24 ore rilevate 25 nuove positività al coronavirus in Valdera. I dati della Ausl Toscana nord ovest anche su ricoverati e vaccinazioni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità