QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 17 gennaio 2019

Attualità lunedì 15 ottobre 2018 ore 17:48

Protezione civile, tre giorni di grandi manovre

Portate a termine con soddisfazione del sindaco e di tutti i partecipanti, le esercitazioni del team dei volontari della Protezione civile



CASCIANA TERME LARI — Concluse ieri, domenica 14 ottobre, le tre giornate di esercitazioni organizzate dalla amministrazione comunale, coordinando il team della protezione civile e le varie organizzazioni presenti sul territorio, Misericordia di Lari, Croce Rossa di Casciana Terme e la Zerotto Lari Onlus che rappresenta il ramo dei volontari del distaccamento locale dei Vigili del Fuoco.

Le emergenze sono tali perché prima di tutto sono imprevedibili e quando una calamità, come quelle atmosferiche, si abbatte su un territorio la prontezza, l’organizzazione e la lucidità sono fondamentali. Per questo necessari risultano essere la formazione e l’addestramento e il Comune ha voluto organizzare questa tre giorni, con numerose attività di esercitazione e di informazione.

Venerdì mattina la prima prova, simulando l’evacuazione in alcune scuole del territorio. Oltre al dispiegamento dei mezzi di soccorso e protezione civile, sono stati coinvolti alunni e insegnanti che hanno messo in atto i piani di evacuazione previsti in caso di terremoto. E la risposta sperata è arrivata, con alunni attenti, pronti e vigili che hanno seguito tutte le operazioni previste e che al termine entusiasti sono andati a scoprire i mezzi di protezione civile schierati per l’occorrenza, con tanto di sirene e idranti in funzione.

Il venerdi sera dal Comune è stata emanata una allerta arancione per rischio idrogeologico.

La mattina di sabato 13 ottobre il sindaco Mirko Terreni ha aperto il Coc (Centro operativo comunale) all'interno del centro Sant'Anna, nei nuovi locali recentemente ristrutturati con sala operative a centralino per emergenze.

E’ stata quindi attivata l'unità di crisi con i dipendenti comunali che ne fanno parte: ufficio tecnico, polizia municipale, risorse al cittadino, centro informatico e, naturalmente, sindaco e vice sindaco.

Al monitoraggio sul territorio delle zone a rischio hanno partecipato la Misericordia di Lari con 25 volontari e 5 mezzi, la Croce Rossa Italiana di Casciana Terme con 10 volontari e 3 mezzi e Zerotto Lari onlus con due volontari.

Successivamente è stato simulato lo sfollamento di due famiglie, organizzando il trasporto e la registrazione presso il sito sicuro. Ed ancora sono state provate le idrovore su alcuni siti scelti ed infine ritrovo delle squadre al magazzino comunale di via dei Ciliegi per confezionare i sacchini antiesondazione, operazione mai provata prima ma che è stata portata a termine con rapidità e successo. I sacchini sono stati trasportati dai volontari con una catena umana nella zona interessata e alle 12,30 si è conclusa l'esercitazione.

Dopo il pranzo delle 13, i volontari hanno ricevuto tutti un attestato di partecipazione e un gadget.

Sabato, quindi, una giornata dedicata alla simulazione del rischio idrogeologico e idraulico, dove sono scattate tutte le misure comunali per fronteggiare le criticità e testare così a livello operativo il modello di intervento contenuto nei piani di emergenza territoriali adottati dal Comune.

Un grande gruppo che ha lavorato con attenzione, registrando scrupolosamente ciò che ha funzionato e ciò che è da migliorare, con l’obiettivo di essere pronti a dare risposte e aiuti concreti alla comunità, qualora mai si dovesse verificare un’emergenza.

“Questa esercitazione ha visto un importante gioco di squadra – ha commentato il primo cittadino – abbiamo messo in moto la macchina di protezione civile del comune per addestrarci, formarci e vedere a livello operativo l’applicazione dei piani di emergenza. Ero sicuro della risposta positiva delle associazioni di protezione civile, ma è stato veramente sorprendente vedere la partecipazione, la passione e l’attenzione che hanno messo nell’affrontare questa esercitazione. A loro rivolgo il mio più sincero ringraziamento per l’impegno e il contributo che hanno dato e perché so che i cittadini, semmai dovesse verificarsi un’emergenza, potranno contare su persone mosse certamente dallo spirito solidale del volontariato, ma anche organizzate e pronte”.

E oltre all’addestramento, certo fondamentale, è strettamente necessaria anche l’informazione alla comunità affinché anche i cittadini siano sensibilizzati e pronti il più possibile a riconoscere un’emergenza ed avere in mente quelle poche regole che possono tuttavia salvare vite. Per questo domenica 14 ottobre, in occasione della Giornata Nazionale “Io non rischiol" le sssociazioni di protezione civile sono state presenti in Perignano in piazza Santa Lucia,  e a Casciana Terme in piazza Garibaldi,  con un’esposizione di mezzi e con gazebo, dove è stato distribuito materiale informativo sui vari rischi di protezione civile.

Alessandro Salutini, responsabile del gruppo dei volontari della protezione civile della Misericordia di Lari, a conclusione delle tre giornate, complimentandosi con tutti quelli che hanno partecipato alle esercitazioni, ha detto espressamente "possiamo dire che i nostri cittadini possono stare tranquilli con queste forze in campo in caso di necessità".

Figure di riferimento dell'iniziativa il sindaco Mirko Terreni, il vicesindaco Mattia Citi, Matteo Cartacci, Nicoletta Costagli, Nicola Barsotti, Riccardo Turchi, Andrea Gazzotti, Alessandro Scateni (delegato comunale come responsabile unità di crisi),  Alessandro Salutini (Misericordia), Enrico Giacobbe (Croce Rossa) e Stefano donati (Zerotto).

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Politica

Spettacoli

Politica