QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 13 dicembre 2019

Politica martedì 07 marzo 2017 ore 16:00

Rimborsi chilometrici, il Pd sta con Terreni

L'unione comunale del Partito democratico si è detta unita intorno al sindaco: "Il sindaco ha sempre ridotto i costi abbassandosi anche l'indennità"



CASCIANA TERME LARI — L’unione comunale del Partito democratico di Casciana Terme Lari si è stretta intorno al sindaco Mirko Terreni ed ha espresso "la massima fiducia nel suo operato e nei valori che lo hanno sempre contraddistinto”. 

Il segretario Nencini ha commentato gli articoli usciti sulla stampa in questi giorni sulla vicenda dei rimborsi chilometrici: "La vicenda dei rimborsi - ha ripreso Nencini - resa nota dallo stesso sindaco che lo scorso anno aveva informato i cittadini sul tema, si presenta facilmente strumentalizzabile da chi non aspetta altro che gettare fango addosso a chi con dedizione porta avanti il suo lavoro di buon amministratore". 

"Il Partito democratico - ha spiegato ancora il segretario - non ha mai avuto nessun dubbio sulla condotta e l’operato del sindaco in questi anni visto che sin dal 2011, anno del suo insediamento, ha operato una riduzione dei costi relativi alle indennità e tagli ai rimborsi chilometrici passati da 3600 a 2200 euro annui (cifra totale per cinque amministratori) così come l’indennità del sindaco, ridotta da 2330 a 1960 euro"

"Non servirebbero - ha ripreso Nencini - ulteriori commenti a queste cifre: 4440 euro di riduzione di indennità annui parlano da soli. Entrando invece nel merito della sentenza, oggetto delle cronache di questi giorni, si può facilmente riscontrare come non sussista nessun reato e nessun illecito. Infatti la legittimità dei rimborsi non viene messa in dubbio, questi sono previsti dal Testo Unico degli Enti Locali per tutti gli amministratori di tutti i comuni". 

"Proprio in virtù di questo - ha aggiunto Nencini - restiamo perplessi sulla sentenza della corte dei conti Toscana che richiede il rimborso del 50 per cento delle cifre pur riconoscendone la legittimità; per questo sosteniamo il sindaco anche nella scelta di ricorrere in giudizio confidando nella giusta risoluzione di questa vicenda". 

“Ci preme sottolineare e ribadire - ha concluso Nencini - quelli che sono i nostri valori e quelli della nostra amministrazione: la passione, l’ impegno, e la volontà di mettersi al servizio di una comunità a tempo pieno riducendo i costi della politica ma senza prescindere anche da un giusto riconoscimento economico. Se così non fosse rischieremmo di degenerare in una politica non per tutti ma ad uso esclusivo di quei pochi che possono permetterselo".



Tag

Si assentava dal posto di lavoro, arrestato il sindaco di Scalea

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cultura

Attualità

Attualità