QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 14°21° 
Domani 11°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 19 ottobre 2019

Attualità domenica 22 settembre 2019 ore 16:53

Un week-end di arte a Casciana

Foto di: Marcella Bitozzi

Due giorni all'insegna del live painting e della pittura con Marco Romagnani e Francesco Baronti. Rimandata l'inaugurazione del murale



CASCIANA TERME LARI — Via Dell’Arco, l’annuale rassegna dedicata all’arte che si svolge ogni anno a Casciana Terme, aperta domenica 8 settembre con le Letture del Merlo e l'incontro con il fotografo Francesco Zizola, avrebbe dovuto concludersi questo week-end con importanti appuntamenti.

Due iniziative dedicate al live painting e alla pittura, la prima della quale si è svolta ieri sabato 21 settembre in piazza Garibaldi, con l'aerografista Marco Romagnani e la sua esposizione in piazza Garibaldi, e proseguita poi stamani mattina, domenica 22 settembre con l’inaugurazione della mostra di disegni e acquarelli dei "Mondi Fantastici"dell'artista Francesco Baronti negli spazi espositivi di ArtVital.

Rimandata a sabato prossimo 28 settembre, alle 17, l’inaugurazione del murale “Love air Ballon” ovvero un amore di mongolfiera di Francesco Baronti a causa dell’inclemenza del tempo.

Marco Romagnani, livornese, è un autodidatta per l’uso dell’aerografo, una passione di cui si è innamorato giovanissimo, appena adolescente, e col tempo e con tanta pazienza ha perfezionato.

Una piccola macchinetta con colori rigorosamente ad acqua, che nelle mani di Marco non conosce confini. Camion auto, moto, caschi, ma anche cellulari, vestiti o altri piccoli oggetti prendono colore e si trasformano.

Quando l’ho intervistato Marco l'ho trovato intento a colorare un cofano di auto, di cui aveva già tracciato le linee principali e che si apprestava a colorare.

Francesco Baronti si definisce “portoricano per metà", perché figlio di madre portoricana e padre italiano. Vive gran parte dell’anno a Puerto Rico e pochi mesi a Livorno dove ha una casa.

Il murales gli è stato commissionato da Art Vital in collaborazione con la Pro Loco e Amministrazione Comunale.

E’ molto grande, 3 metri di altezza per almeno 12 di lunghezza ed è stato dipinto con colori acrilici stesi con pennelli e rulli che Francesco ha voluto mettere nelle mani anche di qualche passante incuriosito.

“Vivrà finché Casciana lo vorrà” ha detto Francesco del suo “amore di mongolfiera”, mostrando le riserve di colori per riprendere gli eventuali crepe o segni di usura.

Molto solare Francesco, e lo si capisce anche dai suoi dipinti coloratissimi, dice che la mongolfiera è si un segno che distingue Casciana, ma è anche un simbolo che fa pensare ai bambini, sempre portatori di spensieratezza e felicità.

Insieme alla mongolfiera vediamo un orsetto, l’acqua che ci riporta con il pensiero a Casciana Terme ed un “re” che, dice Marco, riporta la mente alla Toscana antica, ai suoi ducati e agli aristocratici che ci hanno vissuto.

Il murale è dipinto all’esterno dell’Albergo Stella, in Via dell’Arco.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata



Tag

Meloni a Roma: «Cinquestelle stretti in auto blu come sardine in salamoia»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità