QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°18° 
Domani 10°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 20 maggio 2019

Attualità giovedì 07 aprile 2016 ore 15:10

'Una rosa non un pugno' al Lucca Festival

Barbara Sarri (foto di Elena Bennati

​Il cortometraggio contro la violenza sulle donne girato a Cevoli e promosso da Amnesty International alla rassegna lucchese e a Europa Cinema



CASCIANA TERME LARI — La proiezione è in programma domani alle 12. Al Lucca film Festival dove sono ospiti anche i registi italiani Paolo Sorrentino e Marco Bellocchio viene proiettato anche Una rosa non un pugno. 

Il film è stato girato alla Capannina di Cevoli. Il progetto parte da un’idea della pisana Barbara Sarri (soggetto e sceneggiatura), la regia è di Antonio Tosi. La storia si svolge su due linee narrative parallele, una donna, Isabel, che ritrova la sua strada dopo la violenza con il flamenco. L’altra racconta della pittrice Artemisia Gentileschi violentata nel 1611 da Agostino Tassi, il quadro scelto è il suo più famoso la Giuditta e Ofoferne, nel quale si dice che Artemisia in Oloferne ha ritratto il volto di Agostino. Sono entrambe storie di donne che si sono riscattate dalla violenza in un incastro “quasi magico” quanto crudele, sensazione che resta dal dipinto della Gentileschi.

Simbolo del flamenco è la statua dell'artista Berson che appare sulla fontana di una piazza e che rappresenta una ballerina col ventaglio. La violenza è simboleggiata dal pugno che con forza invade lo schermo e lascia il silenzio



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Elezioni

Elezioni

Attualità

Elezioni