Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:09 METEO:PONTEDERA17°32°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 13 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Piero Angela, l'ultima volta in tv: «Io come la Regina Elisabetta: lavoro da 70 anni per la Rai»

Attualità lunedì 26 novembre 2018 ore 11:00

Celebrata ieri a Lari la Virgo Fidelis

Foto di: Marcella Bitozzi

Maria Madre di Gesù e patrona dell'Arma dei Carabinieri è stata onorata ieri a Lari con una cerimonia ufficiale. Presenti autorità civili e religiose



CASCIANA TERME LARI — Ieri, domenica 25 novembre 2018, è stata celebrata a Lari “Virgo Fidelis” la ricorrenza in onore di Maria, madre di Gesù e patrona dell’Arma dei Carabinieri.

La ricorrenza nazionale ricade annualmente il 21 novembre, fissata da Pio XII nel 1949, rinviata a Lari per quest'anno al 25 per ragioni logistiche.

Alla cerimonia erano presenti il maresciallo Bruno Gambini della Stazione di Casciana Terme, il maresciallo Francesco Sorbello della stazione di Lari, il Sindaco Mirko Terreni, Luca Desideri Presidente della Sezione della Croce Rossa Italina di Casciana Terme, Franca Mencacci priora della Misericordia di Lari, tanti rappresentanti del mondo delle Associazioni di volontariato oltre a militari dell’arma anche in quiescenza e loro familiari.

Piccolo incontro di benvenuto nel giardino della Caserma di Lari e poi il corteo sino in Chiesa dove Don Tommaso ha celebrato la Santa Messa e dove il maresciallo Francesco Sorbello ha recitato la “preghiera del carabiniere”.

La cerimonia era accompagnata dal coro della Parrocchia di Lari.

Ma non sono state dimenticate le donne, ieri, nella giornata contro la violenza di genere, e nel momento conviviale della cerimonia è stata donata a tutte le donne presenti, dalla più piccola alla più grande, una rosa rossa legata con un fiocco rosso.

Vale la pena ricordare Maria Madre di Gesù fu scelta quale patrona dell’Arma con l’appellativo di “Virgo Fidelis” da Pio XII nel 1949, e che tale titolo fu sollecitato in relazione al motto araldico dell’arma (nei secoli fedeli) dall’arcivescovo ordinario militare Carlo Alberto Di Cavallerleone che compose anche il testo della preghiera del carabiniere.

La ricorrenza della patrona, il 21 novembre di ogni anno, è stata fissata dallo stesso Papa Pio XII, giorno in cui ricade la presentazione della Beata Vergine e la ricorrenza della battaglia di Culqualber, in Abissinia, combattuta dal 6 agosto al 21 novembre 1941 fra italiani e britannici.

In tale battaglia il primo gruppo dei carabinieri fu quasi annientato ma per il loro comportamento valoroso ottennero dai nemici l’onore delle armi e alla bandiera dell’arma fu concessa la medaglia d’oro al valor militare.

La cerimonia di ieri è stata organizzata dal Presidente MASUP della Sezione di Lari Raffaele De Magistris.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nella Chiesa del Crocifisso, il primo cittadino ha detto si alla dottoressa Chiara Lelli. Presenti politici, autorità e tanti pontederesi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Attualità