comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18°29° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 14 luglio 2020
corriere tv
Antonio Razzi ‘imita' il Gladiatore Russell Crowe (con una pentola in testa)

Attualità lunedì 01 giugno 2020 ore 16:34

Grillaia, altre reazioni contrarie alla riapertura

La Grillaia vista dall'alto
La Grillaia vista dall'alto

Critiche da Italia Viva Pisa e da Toscana civica alla Regione per aver dato il via libera ai nuovi conferimenti di rifiuti



CHIANNI — Italia Viva Pisa è intervenuta così come Toscana civica per esprimere dissenso rispetto al progetto di nuovi conferimenti nella discarica Grillaia di Chianni.

"No alla discarica di amianto - hanno detto i renziani di Pisa - solidarietà massima ai sindaci di Chianni, Lajatico e Terricciola. C'è da lavorare per proteggere la salute dei cittadini, il territorio e il turismo. La decisione di riaprire la discarica “La Grillaia” di Chianni è illogica ed incomprensibile; chiediamo sia immediatamente rivista ed annullata".

Il coordinamento provinciale di Italia Viva ha espresso l'assoluta contrarietà alla decisione della giunta regionale di Enrico Rossi, della delibera 629 della seduta del 25/05/2020, in merito alla riapertura della discarica della Grillaia.

"La riapertura della discarica della Grillaia - hanno detto - rappresenterà un serio pericolo per la salute dei cittadini, specialmente se si confermerà l'intenzione riportata da più parti di destinarla allo stoccaggio di rifiuti in amianto. La discarica era sì da "mettere definitivamente in sicurezza" ma anche "definitivamente da chiudere". Consideriamo poi anche sbagliata ed anche offensiva la mancata condivisione di una decisione così delicata con gli amministratori locali". 

"Abbiamo chiesto - hanno detto ancora da Italia Viva - ai nostri consiglieri regionali di preparare una mozione contraria alla riapertura e chiediamo con forza che la giunta regionale ritorni sui suoi passi in merito ad una decisione che non rispetta la storia di un territorio, a vocazione turistica ed agricola, che per anni ha combattuto per la chiusura di questo impianto.”

Anche Paolo Moschi di Toscana Civica si è detto contrario al progetto: "Le norme europee chiedono il superamento delle discariche. E questo deve valere anche per Chianni, dove sembra di essere fuori da ogni buonsenso. Siamo solidali con i sindaci contrari, e con il Sindaco Tarrini in primis, che hanno dimostrato tutta la loro preoccupazione per la delibera approvata dalla giunta Regionale. Davvero la giunta Rossi si dimostra ancora una volta cieca e sorda nei confronti dei territori, sopratutto quelli collinari e montani. Una costante dell'era Rossi, che ha reso sempre più marginali i territori periferici".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Attualità