QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 21°39° 
Domani 22°34° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 26 giugno 2019

Attualità lunedì 15 dicembre 2014 ore 16:00

Contributi per nuovi nati e famiglie numerose

Oltre 600 le erogazioni dell'Unione Valdera. Ma all'appello mancherebbero altre 150 domande. Il presidente Millozzi: "Concreto l'aiuto della Regione"



PONTEDERA — Dopo la sperimentazione dello scorso anno, quando in Valdera si raccolsero oltre 500 domande, gli interventi a favore delle famiglie, varati dalla Regione, hanno raggiunto nel 2014 le 600 richieste.

Il valore dei contributi erogati supera i 400mila euro. I benefici, lo ricordiamo, riguardano i nuovi nati nell’anno, adottati o collocati in affidamento preadottivo, le famiglie numerose con almeno quattro figli e le famiglie con un figlio con disabilità grave. I contributi ammontano a 700 euro annui e a 175 euro per ciascun figlio oltre il quarto. Le domande vanno presentate al proprio Comune, i contributi sono concessi dall’Unione Valdera mentre l’erogazione del contributo viene effettuato dalla Regione.

La Regione mette a disposizione del cittadino anche una specifica applicazione web per la compilazione della domanda in forma elettronica, alla quale si accede mediante Tessera Sanitaria e lettore già abilitati (al sito http://www.regione.toscana.it/cittadini/welfare/toscana-solidale)

Tra i requisiti richiesti: essere cittadini italiani o di altro stato appartenente all’Unione europea oppure, se stranieri, essere in possesso dei requisiti previsti dall’articolo 41 del decreto legislativo 25 luglio 1998; essere residenti in Toscana alla data del 1° gennaio dell’anno solare cui si riferisce il contributo finanziario da almeno un anno (quindi dal 01/01/2013); avere un valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (Isee) non superiore ad euro 24mila euro; non avere riportato condanne.

Secondo i calcoli dell’Unione, in Valdera mancherebbero ancora almeno circa 150 persone che potrebbero rientrare nei requisiti per l’annualità 2014; per cui si informano gli aventi diritto che c’è tempo fino al 31 gennaio 2015 per presentare domanda: l’appello vale soprattutto per le famiglie che hanno avuto bambini (o li avranno) negli ultimi mesi/giorni dell’anno.

Il presidente dell’Unione Valdera Simone Millozzi sottolinea “l’impegno positivo della Regione per le politiche sociali e il fatto che in un momento tanto difficile sia comunque riuscita a trovare ingenti risorse aggiuntive per circa 20 milioni all’anno (per il triennio 2013/2015) per aiutare le famiglie”.

“Inoltre – continua Millozzi – sono davvero soddisfatto di come il nostro territorio sta usufruendo di questo aiuto. Questo significa che abbiamo saputo promuovere queste risorse grazie ad una efficace e attenta comunicazione e organizzazione dei servizi. Anche questo è un segnale di come lavorare uniti, in gruppo, nelle politiche sociali ed educative sia premiante e renda gli interventi più efficaci, oltre naturalmente a far confluire nuove risorse. In questi giorni ci è stato comunicato che, in relazione ai contributi affitto, ci sono state riconosciute maggiori risorse per oltre 50mila euro proprio per la nostra capacità ed efficacia”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Cronaca

Politica

Cronaca