QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10° 
Domani 10°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 15 dicembre 2019

Attualità lunedì 26 ottobre 2015 ore 16:30

"Costretti a fare dialisi sotto la pioggia"

Foto Mirko Melai

I malati hanno denunciato il fatto ai Nas. Il consigliere regionale di Forza Italia Mugnai: "Se ne parla da otto anni, la riforma di Rossi non va"



PONTEDERA — I malati dell'Aned hanno fatto un esposto ai carabinieri del Nas per denunciare la situazione. Stefano Mugnai, consigliere regionale di Forza Italia e vicepresidente della commissione sanità del Consiglio spiega: “Sono otto anni, mese più mese meno, che all’ospedale Lotti di Pontedera si parla di costruire un nuovo reparto da destinare alla dialisi. A oggi, non è stato posato nemmeno un mattone e i pazienti continuano a effettuare le loro terapie salvavita in container tipo casa dei tre porcellini, dove addirittura piove a ogni acquazzone. Fosse un contesto diverso scapperebbe da ridere, e invece qui si tratta di persone che per tutta la loro esistenza, a meno di trapianto, devono sottoporsi al trattamento con frequenza crescente”.

“La situazione è insostenibile – sbotta il vicepresidente della commissione sanità – bisogna che l’azienda sanitaria si metta in condizione di mantenere la promessa di costruire un plesso in muratura, e che nel frattempo, vista anche l’incertezza in cui la riforma ammazza-sanità voluta da Rossi getta le Asl, compresa la 5 di Pisa, si decida a spostare la terapia dai container individuando uno spazio adeguato all’interno dell’edificio ospedaliero. Non si chiede tanto: che non ci piova, magari, ecco”.

Intanto anche i malati iniziano a organizzarsi: “I malati dell’Aned, dopo anni di segnalazioni, hanno scelto la via dell’esposto ai carabinieri del Nas dopo che martedì scorso, durante un incontro tra i pazienti e i vertici dell’ospedale Lotti, si sono sentiti rispondere che la loro terapia si svolge in condizioni ottimali. Noi siamo dalla parte dei malati che pagano le tasse e i ticket e a cui il sistema sanitario regionale deve un servizio di assistenza e cura per lo meno decente. Chi glielo spiega, a queste persone, che invece la tenuta della sanità regionale per colpa della riforma-Rossi sta involvendo?”.



Tag

Sardine a Roma: la vista dall'alto di piazza San Giovanni

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Cronaca