QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12°13° 
Domani 12°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 17 ottobre 2019

Politica domenica 30 dicembre 2018 ore 12:05

Scontro politico sulla caserma dei carabinieri

La sindaca Parrella si scaglia contro Pd e "Santa Maria a Monte di tutti" per il voto contrario sulla modifica del contratto di comodato



SANTA MARIA A MONTE — Il consiglio comunale del 27 dicembre ha approvato con il voto favorevole del gruppo di maggioranza “Santa Maria a Monte Viva” e della Lega la modifica al comodato di concessione tra la Provincia di Pisa e il Comune, per quel che riguarda l'immobile che di piazza della Vittoria che ospita la caserma dei carabinieri.

"Dispiace che il Pd di Santa Maria a Monte - questo l'affondo della sindaca Ilaria Parrella all'indomani della votazione -, come affermato dal suo segretario comunale Francesco Petri in Consiglio Comunale, sia contrario all’intervento sulla caserma. Il Consiglio Provinciale ha votato a favore all’unanimità l’atto cosi come il consiglio comunale con i gruppi della maggioranza e il gruppo della Lega. L’unico contrario il gruppo 'Santa Maria a Monte di tutti' con dichiarazione espressa proprio dal Segretario del Partito Democratico.

"E pensare che si tratta di un’integrazione ad un contratto già stipulato nell’aprile 2013 - prosegue la prima cittadina - proprio dall’Amministrazione precedente alla nostra, a guida Pd, dove già decideva di lasciare la caserma nel centro storico di S.Maria a Monte e il Comune si assumeva l’onere di provvedere ai lavori necessari per l’immobile. Questa integrazione mira a definire i termini della concessione tra Comune e Provincia migliorandoli e definendoli, come normalmente viene fatto, con un progetto esecutivo. L’obbiettivo è garantire i lavori da fare per dare una consona sistemazione all’immobile e consentire ai carabinieri di poter svolgere al meglio il proprio lavoro. Il Comune con questa modifica ha chiesto di allungare i termini della concessione da 30 a 55 anni in maniera da garantire al Comune la presenza della caserma sul territorio a di ammortizzare le spese necessarie al suo mantenimento". 

"Appare evidente la volontà di tutti, Provincia e Comune, con l’unica eccezione del Pd di S.Maria a Monte - conclude Parrella -, di dare maggior decoro all’Arma dei carabinieri con un intervento necessario che rafforza la collaborazione tra questa Amministrazione e i Carabinieri. Tale intervento va nell’ottica di migliorante la collaborazione con le Forze dell’ordine e si aggiunge alle forme di collaborazione già instaurate come il protocollo sulla sicurezza con l’installazione delle telecamere sul territorio e con molte forme di collaborazione con l’Arma per garantire, nel modo migliore possibile, la sicurezza del nostro territorio".

La replica di "Santa Maria a Monte di tutti" non si è fatta attendere.

"Il Sindaco Ilaria Parrella continua con il gioco delle tre carte - scrive il capogruppo, Sergio Coppola - cercando di confondere la Lista Santa Maria a Monte di Tutti con il PD o con la precedente amministrazione di sinistra, ma noi non siamo né l’una né l’altra, siamo una lista di donne e uomini di sinistra che vogliono riconquistare il nostro comune amministrato da un gruppo di partiti di destra che vanno da Forza Italia, a Fratelli d’Italia ai Socialisti.

"Il Sindaco cerca di confondere la nostra posizione - prosegue il referente della lista di opposizione - sulla Caserma dei Carabinieri e sulla sicurezza di tutto il territorio comunale dichiarando cose inesatte. Caserma e la sicurezza di tutti i cittadini che per noi restano al primo posto. Caserma che, ribadiamo ancora una volta, per noi deve restare tassativamente nel territorio del comune di Santa Maria a Monte. I rilievi che abbiamo presentato nell’ultimo consiglio comunale del 27 dicembre sono relativi all’intervento su un edificio vecchio, posizionato su una curva con evidenti difficoltà sia per gli operatori delle forze dell’ordine che per i cittadini, di proprietà di un altro ente e che non dispone di parcheggi per raggiungere la struttura".

"Per questo - concludono da "Santa Maria a Monte di tutti" - abbiamo proposto di spostare la caserma a Ponticelli, la più grande frazione del comune ed importante nodo di scambio stradale intercomunale, proponendo di accendere il mutuo di 400mila euro (o anche di importo maggiore) per la costruzione di una nuova caserma in modo tale da dotare l’Arma dei Carabinieri di un edificio funzionale e rispondente alle necessità di controllo e sicurezza dell’intero territorio. Infine, ribadiamo, come già detto in fase di seduta consiliare di essere completamente favorevoli agli interventi più urgenti di manutenzione dell’edificio attuale in modo tale da garantire decoro, continuità del servizio e vivibilità ai Carabinieri che vi operano. Questa è la nostra posizione coerente alla nostra dichiarazione di voto depositata agli atti dell’ultimo Consiglio Comunale".



Tag

"Conte falso come il Parmesan", bagarre Lega in Senato. Casellati sospende la seduta

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Lavoro