QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 17°28° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 18 agosto 2019

Attualità venerdì 25 settembre 2015 ore 18:05

Dall'Olanda al museo Piaggio in Fiat 500

Comitiva di venditori scopre la storia e la città della Vespa. La visita, tappa conclusiva di una giornata di viaggio attraverso la campagna toscana



PONTEDERA — Una ventina di Fiat 500 da rally, con tettuccio apribile, sono sfilate nel pomeriggio, nei dintorni del museo Piaggio. A bordo, 40 olandesi, impiegati in ditte che si occupano di vendere materiale per la pavimentazione di giardini.

Una vacanza-lavoro puntualmente offerta, ogni anno, dalla compagnia Excluton ai propri rivenditori. Se l'anno scorso il viaggio si è svolto sulle Dolomiti, il 2015 ha portato la comitiva nella città della Vespa, dopo un lungo tour nelle campagne Toscane.

"Siamo arrivati giovedì mattina all'aeroporto di Pisa – racconta Sander Zwanemburg, aggirandosi incuriosito fra le Vespe storiche del museo – e ripartiremo domenica sera, dopo aver visitato Pisa".

Gli olandesi alloggiano in un albergo a San Giuliano Terme: nel loro primo giorno di visita hanno percorso decine di chilometri in una sorta di gara goliardica, attraversando Lucca, poi giù fino a Capannori, passando quindi per il monte pisano, nella frazione di Sant'Allago, e approdare a Pontedera.

"Bellissimi paesaggi – li definisce Frank, un venditore residente nell'est Olanda, al confine con la Germania –. Vedo molte differenze con il mio paese natale: la gente "parla" a gesti e sembra molto orgogliosa, esibite personalità in tutto ciò che fate e il cibo, ovviamente, è squisito".

Questo il suo giudizio, in poche ore di permanenza.

Un tuffo nel passato, quello al museo sul viale Rinaldo Piaggio, che non ha mancato di destare stupore:"Conoscevo la Vespa, famosa anche in Olanda – continua Frank – ma non sapevo che la Piaggio costruisse aerei da guerra. I primi modelli sono affascinanti, ho capito che dietro c'è un pezzo di storia".

Per Frank, come per molti altri, questa è la prima esperienza italiana: "Domani faremo tappa a Carrara – anticipa il suo collega Arjan, proveniente dal sud dei Paesi bassi, prima di risalre sulla Fiat 500, parcheggiata in Piazza della Solidarietà –. Non vedo l'ora di visitare le cave di marmo, sulle quali ho già visto un documentario in Tv".

E mercoledì 30 si replica: in città arriverà un altro gruppo di venditori olandesi.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca