QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 10 dicembre 2019

Attualità venerdì 19 giugno 2015 ore 15:30

Differenziata, Calcinaia non si accontenta

Da lunedì 22 giugno maggiori controlli da parte di Geofor: "Siamo all'80 per cento ma si può fare di più e spendere meno"



CALCINAIA — L'80 per cento non basta, si punta a crescere ancora, per questo ci saranno maggiori controlli, per una differenziata migliore. E niente sconti: se un sacchetto è incoerente verrà respinto. Da lunedì 22 giugno Geofor intensificherà le verifiche a Calcinaia sui rifiuti lasciati fuori di casa dalle famiglie.

“L’intento è quello di sensibilizzare la popolazione – scrivono dall'Amministrazione calcinaiola - e promuovere una corretta differenziazione della raccolta dei rifiuti, secondo le regole vigenti, troppo spesso non rispettate dagli utenti. L’obiettivo di un simile provvedimento è duplice. Il primo riguarda la destinazione finale del rifiuto differenziato. Reiterati sbagli nel conferimento da parte dei cittadini possono infatti condurre al rischio di un respingimento dei materiali di scarto (multimateriale, carta …) da parte degli impianti di trattamento di cui Geofor si serve. Questo porterebbe il Comune a dover sottostare a penali salate, dunque gli abitanti a veder rincarare le tasse sui rifiuti. Il secondo guarda invece a un aspetto positivo. Una miglior differenziazione da parte dei singoli consentirebbe al Comune nel suo complesso di raggiungere migliori performance in tema rifiuti, vale a dire percentuali ancora maggiori di differenziazione (fino ad adesso siamo arrivati all’80 per cento). Ciò con ripercussioni positive per tutti, visto che il taglio di questo traguardo si tradurrebbe in costi minori, quindi in un maggior sollievo per le tasche degli utenti. L’invito da parte dell’amministrazione è dunque a differenziare i rifiuti con attenzione: si tratta di uno sforzo minimo che potrà portare a grandi risultati”.



Renzo Bossi: «I 49 milioni erano sul conto quando papà se ne andò»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità