comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:10 METEO:PONTEDERA10°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 02 dicembre 2020
corriere tv
Cacciari scherza su cosa farà a Natale ed esagera un po'

Cronaca sabato 26 aprile 2014 ore 12:35

​Dodici dosi di anfetamine in tasca, arrestato 32enne

L’uomo, residente a Livorno, è stato fermato da Carabinieri e Polstrada nei pressi di Gello. Spacciava in alcune discoteche di zona



PONTEDERA — In manette un altro pusher delle discoteche. L’uomo, un 32enne di Livorno, è stato fermato dai Carabinieri del Norm di Pontedera e dalla Polizia Stradale di Pisa in Speed, in possesso di 12 dosi di anfetamine.

Il fatto è accaduto nella notte di ieri, venerdì 25 aprile, alla rotatoria della Fipili di Gello, dove militari e agenti stavano effettuando normali controlli con l’etilometro. Fra i veicoli sottoposti a controllo, gli operatori hanno individuato un’auto con cinque persone a bordo, una delle quali che sembrava in sofferenza. In seguito alla perquisizione, l’uomo è stato trovato in possesso di dodici dosi di anfetamina (MDMA) confezionate. Secondo gli agenti, il quantitativo invenduto del giovane livornese che proveniva dalla discoteca di Gello.

Al termine degli accertamenti il 32enne è stato arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, la convalida da parte del Giudice è arrivata questa mattina, mentre il processo si svolgerà a novembre prossimo dato che il difensore dell’uomo ha richiesto i termini a difesa.

Con l’arresto del livornese i Carabinieri ritengono di avere stroncato un giro di spaccio a giovanissimi che frequentano le discoteche. Lo speed, che si chiama così proprio perché nelle convinzioni degli assuntori fa “andare più veloce”, è uno stupefacente sintetico che costa molto meno della cocaina, può essere assunto in diverse maniere, sniffato, iniettato o fumato, ed è un potente stimolante che causa dipendenza e gravi danni al sistema nervoso centrale.

Servizi del genere saranno ripetuti dai Carabinieri per stroncare il più possibile sul nascere fenomeni così devianti, tanto più pericolosi perché coinvolgono adolescenti spesso inconsapevoli dei gravi ed irreversibili danni che queste droghe causano all’organismo.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Politica

Sondaggi

CORONAVIRUS