QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 14°19° 
Domani 13°17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 26 maggio 2019

Politica venerdì 12 aprile 2013 ore 15:45

Ferrucci (Pd): "Ora uniamo Pontedera e Calcinaia"



Il consigliere regionale, dopo l'annuncio della fusione tra Lari e Casciana Terme torna alla carica per l'unificazione tra i due colossi della Valdera
FIRENZE - La fusione tra Lari e Casciana Terme piace nelle stanze della politica regionale del Pd. Ivan Ferrucci, consigliere regionale democratico, figura di spicco della politica pisana, non perde l'occasione e dopo il plauso all'iniziativa di Lari e Casciana Terme, torna a lanciare la proposta di fusione tra Pontedera e Calcinaia. “Penso che la fusione tra il Comune di Casciana Terme e quello di Lari sarebbe molto positiva – dice Ferrucci - perché si andrebbe nella direzione giusta per avere un sistema istituzionale locale che punti ad avere minor costi della pubblica amministrazione mantenendo i servizi ai cittadini”. Poi Ferrucci fa una considerazione ineccepibile: “Se pensiamo che la fusione di Lari e Casciana Terme, porterà oltre 7 milioni di euro di risorse nei prossimi 10 anni, quante potrebbero essere le risorse per due Comuni come Pontedera e Calcinaia? - si domanda il consigliere regionale Pd -. E se a questo aggiungiamo anche il fatto che si andrebbe a costituire un Comune di almeno 40 mila abitanti si raggiungerebbe anche l’obbiettivo di avere una dimensione di scala ottimale nella programmazione dei servizi, così come ha dichiarato il presidente regionale dell’Irpet che la individua in quella di un comune con almeno 20mila abitanti. Inoltre un nuovo comune di questa dimensione consentirebbe l'accessibilità per Calcinaia ai fondi europei, visto che adesso ha una popolazione sotto i 15 mila abitanti. Per questo auspico che l’iniziativa intrapresa da Lari e Casciana Terme possa contribuire ad arrivare all’obiettivo del rafforzamento dell’Unione dei Comuni della Valdera con l'attribuzione delle funzioni che oggi hanno le province, e alla semplificazione del sistema degli enti locali, che porterebbe così a un minor costo della pubblica amministrazione mantenendo i servizi e rafforzando in forme diverse il rapporto tra cittadini e istituzioni". Poi Ferrucci torna a parlare dell'imminente fusione tra Lari e Casciana Terme: "Una scelta che apre concretamente una fase politica istituzionale nuova che rafforza l’Unione dei Comuni, accelerando il processo di associazione dei servizi che dovrà arrivare, a mio avviso, fino alla costituzione di un'unica pianta organica del personale, e al tempo stesso creando le condizioni per aprire un confronto con la Regione per avere dopo lo scioglimento delle province, le funzioni adesso a loro assegnate. Sono quindi d’accordo con la posizione espressa dal sindaco di Pontedera e mi adopererò perché tale obiettivo si concretizzi. Per le ingenti risorse che vengono messe a disposizione per tali progetti ai Comuni che decidono di fondersi – spiega l’esponente democratico - è opportuno che si apra una riflessione anche negli altri municipi che compongono l’Unione della Valdera. E, come ho avuto già modo di esplicitare pubblicamente, anche per la stessa fusione dei Comuni di Calcinaia e Pontedera, pur trattandosi di altre dimensioni, sarebbe necessario aprire una discussione di merito. Infatti, per il nuovo Comune che si costituisce dopo una fusione, la Regione mette a disposizione per ogni comune che si fonde 250 mila euro per 5 anni. A questo dobbiamo sommare le scelte fatte dal governo nazionale nell’ultimo anno, che aggiungono la possibilità di avere il 20% in più di trasferimenti dallo Stato sul bilancio 2010 per i prossimi 10 anni, e lo sblocco del Patto di stabilità per almeno 3 anni. I vantaggi per i cittadini – conclude Ferrucci - sono evidenti".


Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cronaca

Politica

Attualità