QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°14° 
Domani 11°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 25 aprile 2019

Attualità lunedì 21 agosto 2017 ore 14:55

Tmm, lotta per scongiurare la chiusura

Palazzo Strozzi Sacrati, sede della Regione Toscana a Firenze

Al tavolo di crisi di stamani in Regione è emerso il "mandato stretto" per la chiusura ricevuto dal liquidatore. Ma le istituzioni sono con gli operai



FIRENZE — C'è poco da fare se non continuare a lottare, portando la vicenda anche a più alti livelli, se possibile direttamente al Ministero dello sviluppo economico. Questo, in sostanza, il succo di quanto emerso in Regione questa mattina, dove è stato ascoltato il commissario liquidatore della Tmm di Pontedera, Roberto dell'Omodarme. A lui è stato chiesto di valutare a fondo la situazione, rinviare i licenziamenti e cercare eventuali acquirenti, così da garantire un futuro per gli 85 operai. Ma la replica, al di là di qualche frase possibilista, è apparsa piuttosto chiara: dalla proprietà, la Cls di Torino, il liquidatore ha ricevuto un "mandato stretto" per procedere con il licenziamento di tutti gli operai e liquidare l'azienda.

Le istituzioni, tuttavia, chiedono tempo. "Occorre tempo - hanno fatto sapere dalla Regione a seguito dell'incontro - non solo per valutare l'intera vicenda ma anche e soprattutto per mettere a punto la strategia più efficace, e condivisa, al fine di evitare la chiusura della Tmm di Pontedera, azienda dell'indotto Piaggio specializzata in sistemi di scarico per scooter e motocicli, la cui chiusura significherebbe il licenziamento di tutti i dipendenti della sede toscana".

Alla riunione con Dell'Omodarme, fissata per le ore 10, hanno partecipato Gianfranco Simoncini, consigliere del presidente Enrico Rossi, il viceprefetto vicario di Pisa Massimo Romeo e il sindaco di Pontedera Simone Millozzi, poco dopo aver incontrato i rappresentanti delle organizzazioni sindacali.

Di certo c'è che la procedura di licenziamento collettivo è stata avviata ed è già stata notificata agli 85 dipendenti dello stabilimento di Pontedera. Regione, Comune e Prefettura hanno tuttavia chiesto la sospensione delle procedure di liquidazione dell'azienda, "anche allo scopo di allentare un eventuale stato di tensione sociale e sindacale, oltre che per individuare le possibili strategie di soluzione".

Simoncini ha poi sottolineato che gli obiettivi per la Regione, in questa vicenda, sono la continuità produttiva ed occupazionale e il mantenimento delle commesse Piaggio sul territorio pisano. Di conseguenza, si attiverà per vertificare se ci sono interessi ed eventuali acquirenti per questa azienda ed anche nei confronti della Piaggio.

Comunque sia, Regione, Comune e Prefettura sosterranno in pieno le organizzazioni sindacali in un'eventuale azione presso il Mise.

"Il forte impegno finalizzato a scongiurare la chiusura dello stabilimento Tmm - ha sottolineato Simoncini - è stato assicurato ai sindacati non solo dalla Regione ma anche da Comune e Prefettura. I settantacinque giorni previsti dalla procedura di chiusura delle attività, se le richieste formulate dalla Regione non dovessero andare a buon fine, saranno tutti utilizzati per tentare di mantenere le attività produttive dello stabilimento Tmm di Pontedera".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Lavoro