QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10° 
Domani 11°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 07 dicembre 2019

Lavoro giovedì 12 giugno 2014 ore 15:48

I mobili si comprano last minute sul sito del Tuscany Design Center

Francesco Sani, il direttore del Tuscany Design Center di Perignano
Francesco Sani, il direttore del Tuscany Design Center di Perignano

Nasce il nuovo sito dell'associazione dei mobilieri di Perignano: servizi, promozione e nuove idee per sfidare il mercato



CASCIANA TERME LARI — Determinati, efficienti e pronti a misurarsi con i colossi europei del mobile a colpi di idee innovative e capacità artigianali. Sono le 21 aziende del Tuscany Design Center di Perignano, che grazie al nuovo sito dell'associazione http://tuscanydesigncenter.it che racchiude buona parte delle aziende del mobile di Perignano insieme al comune di Casciana Terme Lari, si sono inventate un nuovo modo di aggredire il mercato attraverso il last minute del mobile. Un primo passo verso l'e-commerce per le aziende associate che ora vogliono sbarcare anche sul web. “Il meccanismo che stiamo realizzando è semplice – spiega Francesco Sani, il direttore del Tuscany Design Center – quando un'azienda lancia l'offerta last minute decide di mettere in vendita un mobile in uno o più esemplari lancia sul sito di Tuscany Design Center che avrà una durata di alcuni giorni con uno sconto sostanziale”.

Un'idea quella del direttore Sani che si lega al lancio del sito del Tuscany Design Center recentemente realizzato e messo on line. “Questo sito – spiega – vuole essere un'opportunità in primo luogo come vetrina per tutti gli associati, in modo che le persone sappiano chi sono le aziende che vi aderiscono e possano conoscere i nostri prodotti e le iniziative promozionali che facciamo, dando visibilità alle aziende del territorio e dando un contributo alla veicolazione della realtà di Perignano, sia sul mercato internazionale, dove abbiamo già notevoli riscontri positivi, ma anche sul mercato interno della Toscana. Noi infatti siamo il polo del mobile più grande della regione e forse d'Italia e questo messaggio deve essere veicolato”.

Dopo la crisi chi sopravvive riparte e così è stato a Perignano, dove la crisi del settore del mobilio unita alla congiuntura economica negli ultimi hanno si è fatta sentire, causando cessazioni e chiusure, ma chi è rimasto aperto adesso è pronto a ripartire, una sorta di selezione naturale come dicono spesso gli economisti.

Dietro al Tuscany Design Center, diretto da Francesco Sani, ingegnere livornese di 36 anni appena e presieduto da Emiliano Galiberti 24 anni uno dei proprietari delle aziende associate, c'è un'idea nuova di fare marketing e di fare mobili. Il progetto non si ferma solo alla vendita del mobile. “Noi non abbiamo certo paura di Ikea - dice con ironia e un pizzico di orgoglio, Sani - i nostri numeri sono diversi. Se a Pisa il punto vendita di Ikea può vantare 10mila metri di esposizione, noi a Perignano ne abbiamo oltre 50mila e qui si producono mobili diversi che nascono da un lato dalla tradizione di un polo del mobile ormai radicato sul territorio e che ha risposto alla crisi ripartendo e dall'altro a un concetto di innovazione sia nel marketing che nella produzione”. Non è un caso quindi che ai vertici del Tuscany Design Center ci siano due under 40. “L'associazione nasce con fini commerciali, ma anche di ricerca, - continua Sani - noi infatti con varie strutture, tra cui alcune di Firenze stiamo dando il via anche a un percorso di formazione e innovazione nel settore del design d'arredamento, attraverso la creazione di momenti formativi con realtà di fama internazionale. Inoltre il Tuscany Design Center nasce per dare risposte innovative anche nell'ambito del marketing, sia interno che internazionale. Il sito infatti è il punto di partenza anche per un modello di business, che non solo punta a far conoscere i nostri prodotti e la nostra realtà nel mondo, ma anche a portare qui gli stranieri a comperare il mobile, ponendoci all'inizio di una filiera che avrà ricadute anche sul territorio, visto che siamo in Valdera e a Lari, un territorio ricco di opportunità per l'indotto ricettive. Il prossimo passo sarà creare dei pacchetti turistici per portare gli stranieri a Perignano nelle aziende del Tuscany Design Center ”. Un progetto quindi articolato che si pone come riferimento per il territorio e che punta anche a dare una risposta all'esigenza di rilancio dell'economia.

Il primo appuntamento, dove al mobile saranno accostati altri prodotti del made in Italy, in questo caso l'alta sartoria è in programma per il 28 giugno e per i giorni seguenti, quando varie aziende di livello internazionale della moda proporranno una serie di eventi allestiti in cinque aziende di Perignano aderenti al Tuscany Design Center . Per quelle serate inoltre sono previste anche degustazioni di vini della zona e altre iniziative.    


© Riproduzione riservata



Tag

Governo, Conte: «Per Renzi è a rischio? Lui pessimista cosmico»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Sport