QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°11° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 20 novembre 2019

Attualità mercoledì 22 ottobre 2014 ore 16:09

Il Pd e la sicurezza: "Confronto, non risse"

Intervento della segreteria del partito dopo i fatti legati alla diretta tv di 50 Canale, in piazza della Stazione. "Condanniamo certi atteggiamenti"



PONTEDERA — Sicurezza in città. Fioccano le prese di posizione dopo ciò che è accaduto durante la diretta televisiva di 50 Canale, in piazza della Stazione. E sui momenti di tensione che ne sono seguiti. Dopo il Movimento 5 Stelle, c’è da registrare un intervento della segreteria del Pd sulla vicenda dell’altra sera che ha visto protagonisti, fino a sfiorare la rissa, immigrati e militanti di Forza Nuova, in un’affollata piazza della Stazione, in una calda, in tutti i sensi, serata autunnale.

Con una nota dal titolo “La sicurezza dei cittadini è una cosa seria per persone serie”, il Pd stigmatizza l’accaduto prendendo le distanze da “questo modo di fare attività politica da parte di alcune forze di opposizione".

“Ci sono molti modi per affrontare le questioni: agitarsi ed agitare, aggredire e difendersi, insultare e ricambiare gli insulti, oppure entrare nel merito delle cose, capire e misurare i fenomeni al di là delle sole percezioni materiali e porre in campo misure immediate ed interventi a medio lungo termine - si sottolinea -. Le forze democratiche, di qualunque colore politico siano, debbono nel rispetto della loro natura scegliere il metodo costruttivo del confronto, anche duro, rispettando i luoghi e i modi del confronto democratico e, soprattutto, tutelando la cittadinanza, ascoltando e dando a essa voce anche rispetto alla rabbia e all’esasperazione, ma sempre nel rispetto del confronto democratico”.

“Quello che è accaduto in piazza della Stazione è l’esempio di come la strumentalizzazione antidemocratica delle legittime critiche dei cittadini – si aggiunge – possa esporre al rischio di degenerazione la collettività, dando di fatto appoggio a quelli che hanno la sola aspirazione di accendere micce sociali e provocare scontri. Il problema della sicurezza c’è a Pontedera come in tutte le città italiane; viene affrontato dalle forze dell’ordine, dal Comune, dal mondo dell’associazionismo, da tutti coloro che sono stati delegati per funzione o per mandato elettorale a farlo”.

È giusto “chiederne conto, come è giusto portare all’attenzione critiche e proteste, che in un mondo civile e democratico, ci si aspetterebbe sfociassero infine, da parte dei rappresentanti dei cittadini, in proposte concrete di miglioramento – ribadisce il Pd –. È, al contrario, incosciente, pericoloso, oltre che assolutamente inutile allo scopo e irrispettoso verso quegli stessi cittadini insoddisfatti che si dichiara di voler rappresentare, dare uno spettacolo penoso come quello che è stato dato l’altra sera in diretta Tv e, peggio ancora, fomentare lo scontro fuori diretta impedendo così di fatto ai cittadini di esprimersi in piena libertà e sicurezza a favore o contro le diverse posizioni. Il Pd prende le distanze e condanna questo modo di fare attività da parte di rappresentanti di forze politiche rappresentate e non rappresentate dentro il consiglio comunale e sostiene le forze democratiche della città di ogni colore politico, dentro e fuori dal Consiglio, che come il Pd vorranno continuare davvero a lavorare, ognuno con le proprie idee e portando avanti le proprie battaglie, per il bene vero della collettività”.



Tag

Un'alleanza con Salvini? Ecco cosa ha risposto Matteo Renzi

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Politica