Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PONTEDERA17°30°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 04 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Federica Pellegrini e il suo compleanno: «Festeggerò con tanto sushi»

Politica lunedì 25 febbraio 2013 ore 20:41

Il Pd limita i danni -10%. Va peggio per il Pdl. Sotto l'1% l'Udc e l'Idv. M5S al 25%



A Pontedera dalle urne del 2013 escono molte brutte sorprese per i partiti maggiori che perdono punti
PONTEDERA - Per il Pd poteva andare anche peggio. Tra le sorprese che hanno riservato le elezioni del 2013 in Italia e a Pontedera, di sicuro ai Democratici non è toccata la parte peggiore. Bene o male infatti salvano una buona base elettorale, anche se lasciano sul tappetto oltre il 10% dei consensi, nonostante si sia nella terra, della Piaggio e del presidente Enrico Rossi. Nel 2008 il Pd, con Veltroni candidato premier, prese il 46,34%, nel 2010 alle regionali, si votava per mandare Enrico Rossi, l'ex sindaco di Pontedera, a fare il presidente della Toscana, il partito confermò il suo 46,99% di preferenze senza incrementare il proprio consenso, nonostante la candidatura di Rossi. Oggi, di fronte all'antipolitica e ai sentimenti ingenerosi che in tempi di crisi la politica riesce a scatenare nel popolo, anche i Democratici devono chinare la testa e accontentarsi di essere riusciti a limitare i danni, perché questo hanno fatto salvando il 36,4% dei voti. Certo, c'è anche a chi va peggio è il caso del Pdl pontederese che cinque anni fa era tanto forte da riuscire a insidiare il centrosinistra nella rossa Pontedera, ottenendo alle passate consultazioni politiche il 31,36% delle preferenze, che sommate al 2,31% della Lega, oggi disintegrato, valeva il 33,67%. Ma a Pontedera quella del Pdl sembra essere una parabola ormai discendete già da un po'. Nel 2010 neppure l'elegante sindaco di Castiglione della Pescaia, Monica Faenzi, la sfidante di Rossi, riuscì a rimanere sopra il 30% e dovette accontentarsi del 27. Da oggi gli azzurri dovranno fare i conti con un magro 17%. Se per i berlusconiani pontederesi va male c'è anche chi in questo 2013 ha trovato la sua Waterloo. E' il caso della Lega Nord che non supera neppure l'1%. Ma la disfatta peggiore forse è quella dell'Udc di Casini, soprattutto se si tiene conto che il suo era un elettorato di tradizione, ben educato anche a Pontedera: nel 2008 aveva il 4,48%, che era diventato un 3,63% nel 2010 e ora finisce allo 0,94% nel limbo dei partiti minori. Per dare una spiegazione c'è già chi accusa la Lista Monti di aver rosicchiato consensi ai cattolici dell'Udc anche alla Camera. Disintegrati anche i voti di Di Pietro, della Destra, della Sinistra vendoliana, di Futuro e Libertà. In questa giornata di sorprese elettorali però c'è anche chi ride. E' il caso del Movimento Cinque Stelle, che alle passate elezioni neanche c'era e che ora è a cavallo di una cometa tanto veloce da portarlo a essere il secondo partito anche a Pontedera. M5S addirittura supera il tetto del 25%. La ricetta Grillo fuori da ogni logica di partito, di coalizione, fuori dalle regole della comunicazione politica, anche qui nel cuore della Valdera piace. E forse quel 25% dei grillini non è uscito solo dal Pdl, dall'Idv, dai vari partiti oggi disintegrati, forse qualche voto i sostenitori del comico genovese lo hanno portato via anche al Partito Democratico.
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Crescono i contagiati dal coronavirus dopo i primi casi di qualche giorno fa. Il soggiorno, per ragazzi delle medie, e si è svolto in Garfagnana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Roberta Bianucci Ved. Maestrini

Domenica 01 Agosto 2021
Onoranze funebri
Mancini & De Santi Capannoli, Fornacette
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità