QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°26° 
Domani 11°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 20 settembre 2019

Attualità martedì 07 ottobre 2014 ore 18:02

Il ricordo di Francesco Petroni

Manifestazioni di cordoglio anche dal comune e dal sindaco Ciampi, per non dimenticare l'esperienza politica dell'ex primo cittadino



CALCINAIA — Il Comune di Calcinaia interviene sulla scomparsa di Francesco Petroni, definendo la sua esperienza politica un'eredità da salvaguardare. “Calcinaia e Fornacette – dicono dall'amministrazione comunale - sono in lutto per la scomparsa di uno dei sindaci che hanno profondamente segnato la storia di una intera comunità. Un manifesto per rendere omaggio alla sua memoria ed esprimere vicinanza alla famiglia, il gonfalone del Comune alla camera ardente, la presenza del sindaco Lucia Ciampi e della giunta alle esequie: così l’amministrazione ricorda e omaggia Francesco Petroni, primo cittadino di Calcinaia dal 1980 al 1995 scomparso nella notte tra domenica 5 e lunedì 6 Ottobre”.

“Ricordiamo Francesco per il contributo di grande valore che ha dato alla vita politica e sociale del nostro territorio – afferma il sindaco di Calcinaia Lucia Ciampi -. Quello che ci lascia è un’eredità preziosa: un esempio da seguire per noi amministratori, uomini e donne impegnati nella politica. Il suo insegnamento va oltre le parole: la capacità di ascoltare, la volontà di non tirarsi mai indietro di fronte alle esigenze della collettività e agli impegni della vita pubblica, il desiderio di essere sempre al fianco dei cittadini sono stati una costante nei quindici anni in cui i hanno affidato nelle mani di Francesco la guida del Comune”.

“Il suo modo di intendere la politica andava ben oltre gli uffici del Palazzo Comunale – continua il sindaco Ciampi -. Il suo impegno per la comunità era concreto e a 360 gradi: basti pensare alla sua costante e attiva presenza nella Pubblica Assistenza di Fornacette, non solo come cofondatore e membro del consiglio direttivo, ma anche e soprattutto come volontario”.

“Il vuoto che lascia ci pone di fronte a una responsabilità – conclude Lucia Ciampi -: quella di non dimenticare il suo esempio, tenendo viva la sua memoria con la stessa concretezza che ha caratterizzato la sua vita a servizio della comunità”.  



Tag

«Rilanciamo il turismo con le donne in vetrina», la proposta del consigliere regionale leghista toscano che indigna

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Politica