QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°11° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 19 novembre 2019

— il Blog di

Imprese toscane, investimenti e sostenibilità per tornare a crescere

di - lunedì 09 giugno 2014 ore 11:57

La Toscana in questi anni ha cercato di mettere in campo strategie diverse e convergenti per assicurare la tenuta - e poi il possibile rilancio - del sistema economico e del lavoro

Si è investito sui giovani, cercato di usare al meglio le risorse grazie, ad esempio, a GiovaniSì e attuando iniziative legislative volte a rilanciare i territori, affinché non ne sia smarrita la vocazione produttiva. 

Si è inoltre agito per rendere attraente la nostra Regione, un vero e proprio brand in alcuni settori – agroalimentare, turismo, lusso – ma ricca di offerta anche in ambito scientifico, tecnologico e produttivo. Un tessuto di sapere e di qualità imprenditoriale e manifatturiera che deve essere valorizzato perché possa generare nuovo e sostenibile sviluppo. 

E' stata ricercata una programmazione per intercettare gli investimenti e una delle sei aree su cui si è puntato è l’Unione dei comuni della Valdera, insieme con Livorno, Collesalvetti, Pisa e Cascina. Un tassello fondamentale di questo mosaico è stata la legge sulla competitività delle imprese toscane ( Legge regionale 38/2012) che punta ad offrire nuove opportunità e tempi certi e più veloci per il sistema delle imprese, assicurando semplificazione amministrativa e premiando l’aggregazione e le reti. 

Sicuramente non è con le leggi che si possa creare lavoro, ma buone leggi, semplici, chiare, basate su reali bisogni e applicate in tempi rapidi generano quell’indispensabile retroterra che le imprese ci chiedono per continuare o cominciare a lavorare e investire da noi. In questa direzione ci siamo mossi, istituendo un fondo unico regionale e introducendo strumenti che premiano la sostenibilità ambientale d’infrastrutture e produzioni. La legge prevede l’introduzione di agevolazioni fiscali per chi investa in settori innovativi, puntando con decisione al recupero produttivo di siti industriali dismessi e per chi, tentando di recuperare situazioni di grave crisi, investa in attività nelle quali i lavoratori decidano di trasformare l'impresa in cooperativa.

Un quadro articolato di opportunità che vogliamo migliorare nei prossimi mesi con una nuova legge regionale sulla competitività, per garantire alla Toscana un solido riferimento normativo che ci accompagni verso l’uscita da un quinquennio difficile.


Caso Cucchi, Gabrielli: «Chi ha offeso dovrebbe chiedere scusa»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Attualità