Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:PONTEDERA16°27°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 26 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, scontri al corteo No green pass: i manifestanti sfondano il cordone della polizia

Attualità martedì 28 aprile 2020 ore 12:33

Dall'associazione Faro 7 tablet per gli ospedali

Il dottor Luca Nardi con i colleghi ed i tablet donati dall'associazione Faro

L'Ausl li ha destinati ai nosocomi di Livorno, Pontedera e Volterra. Saranno utilizzati per consentire relazioni a distanza fra pazienti e familiari



LIVORNO — La Faro onlus (Fondazione per le Attività di Ricerca in Oncologia), attiva da anni soprattutto sul territorio della Valdera e su i due presidi ospedalieri di Pontedera e Volterra, ha donato sette tablet all’Azienda Usl Toscana nord ovest che sono stati destinati agli ospedali di Livorno (4), Pontedera (2) e Volterra (1).

I dispositivi sono stati messi a disposizione a Livorno dei reparti di Medicina/Pneumologia, Malattie Infettive, Rianimazione/Subintensiva e alle Medicine di Pontedera (Covid) e Volterra (No Covid). Saranno utilizzati principalmente per mantenere i contatti fra i pazienti ricoverati, soprattutto affetti da coronavirus, e le famiglie che, in questo periodo, non possono andare a trovarli.

“In questo momento così complesso e che mette in discussione tutte le modalità tradizionali di comunicazione – hanno commentato Luca Carneglia e Luca Nardi, direttori rispettivamente dei presidi ospedalieri di Livorno e Pontedera/Volterra - avere a disposizione strumenti che consentono una comunicazione il più possibile di "vicinanza" diventa un dono prezioso. Molte persone ci hanno segnalato la grande e, per certi versi inevitabile, solitudine alla quale sono costretti i malati di coronavirus. I contatti con l’esterno possono così essere mantenuti con i tablet donati attraverso i quali poter rivedere non solo i familiari, ma anche la propria abitazione e sentirsi un po’ più a casa. Sembrano piccole attenzioni, ma in realtà permettono di dare un sostegno psicologico importante che aiuta molto nel percorso di guarigione. Grazie quindi alla Faro onlus, a nome dei nostri operatori e dei tanti pazienti che ne beneficeranno, per la sensibilità dimostrata anche in questa occasione”.

0

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sarà possibile ammirarla a Peccioli, dove domenica c'è il campionato dello Zuccone, con la possibilità di assistere a record mondiali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Sport

Attualità

Politica