QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°30° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 18 luglio 2019

Cronaca giovedì 21 novembre 2013 ore 17:16

​Macellazione suini, le regole per non contrarre la trichinella

Prima della consumazione dovrà essere effettuato l’esame trichinoscopico da parte della Asl



VALDERA — Per tutelare la salute pubblica e scongiurare il rischio di contrarre questa malattia, la Asl ha reso note le disposizioni date dalla Regione sulla macellazione domestica di suini e cinghiali abbattuti durante la caccia. Dato che anche in Toscana si sono verificati alcuni casi di trachinella negli animali ed uno addirittura sull’uomo, tutti i maiali macellati a domicilio devono essere sottoposti all’esame trichinoscopico prima di poterne consumare le carni. La carne dei cinghiali invece, può essere consumata solo dopo un’appropriata cottura. Per monitorare il livello di infestazione sul territorio, ogni gruppo di caccia dovrà inoltre sottoporre venti cinghiali cacciati all’esame trichinoscopico. Il parassita, una specie di verme cilindrico, viene assorbito mediante il consumo di carne infetta che va a posizionarsi nella mucosa dell’intestino tenue, ma da lì prolifera e le larve possono raggiungere la muscolatura attraverso i vasi sanguigni e linfatici. Per organizzare il controllo e l’esame trichinoscopico, i medici dell’Asl 5 hanno attivato un servizio di informazione anche in Valdera, contattabile allo 0587 098760 il lunedì, martedì e giovedì dalle 12 alle 13.30. Inoltre, dal primo dicembre al 28 febbraio l’azienda sanitaria fornisce anche il servizio di controllo dei visceri di tutti gli animali macellati a domicilio per uso privato, su prenotazione al dipartimento di prevenzione in via Mattei a Pontedera o alla sede distaccata a Terricciola.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Cronaca