QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°16° 
Domani 15°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 22 ottobre 2019

Attualità lunedì 02 marzo 2015 ore 14:20

Milioni di litri d'acqua erogata dai fontanelli

Acque spa presenta il bilancio 2014 per la fornitura gratuita. Il presidente Sardu: "Opportunità concreta di risparmio per le famiglie"



PONTEDERA — Nel 2014 37 milioni di litri di acqua erogata dai fontanelli, risparmi stimati per le famiglie del Basso Valdarno di quasi otto milioni di euro. E' il bilancio, positivo, che Acque spa pubblica sull'uso dei fontanelli istallati.

In Valdera e nella zona del Cuoio sono 9,5 milioni, i litri di acqua erogati nel 2014 dai 17 fontanelli in funzione, il doppio esatto rispetto al 2013, quando però c'erano sette fontanelli in meno.

Fontanelli più usati e altri numeri – Acque spa stima circa tremila cittadini che ogni giorno (oltre un milione l'anno quindi) si sono serviti ai fontanelli. I punti di fornitura d'acqua potabile più usati sono: Molino d'Egola (938 metri cubi), San Romano (891mc) e Capannoli (882mc).

Grazie ai fontanelli nel 2014 in Valdera e nel Cuoio si sono potuti risparmiare 6,3 milioni di bottiglie di plastica da 1,5 litri. Se per realizzare trenta bottiglie di plastica è necessario 1 chilo di pet (per il quale si impiegano 2 chili di petrolio), si è evitata la produzione di 212 tonnellate di plastica equivalenti a 424 tonnellate di petrolio e svariate altre tonnellate di sostanze potenzialmente inquinanti. In tutto il Basso Valdarno, a distanza di sei anni, dal pieno avvio del progetto, si calcola che siano stati 26,4 i milioni di euro risparmiati dalle famiglie grazie ai fontanelli, a fronte di un investimento di circa 2 milioni di euro.

Il commento del presidente di Acque spa - Acqua ad Alta Qualità è una delle attività delle quali andiamo maggiormente fieri – spiega Giuseppe Sardu, Presidente di Acque Spa – Non solo perché il riscontro da parte dei cittadini è molto positivo, ma anche perché così facciamo la nostra parte per difendere l’ambiente, per ridurre la produzione di rifiuti e il consumo di energia. Inoltre si tratta di un’opportunità concreta di risparmio per le famiglie del nostro territorio. Così facendo crediamo di riuscire a valorizzare una risorsa come l’acqua potabile che talvolta si tende a dare un po’ per scontata”.

Il progetto - L’acqua erogata gratuitamente dai fontanelli è quella normalmente distribuita dall’acquedotto, resa però immediatamente gradevole grazie ad un impianto che elimina il cloro e che, in sostituzione, microfiltra e sterilizza l’acqua con raggi ultra violetti assicurando al contempo bontà e sicurezza assoluta.

L'acqua di rubinetto - Al pari di quella del fontanello, anche il consumo dell’acqua di rubinetto, è a tutti gli effetti una buona pratica perché è una risorsa a disposizione di tutti, pubblica, a chilometri zero perché viene dal territorio in cui viviamo. È buona, controllata e garantita dai circa 16mila campionamenti annui e dalle analisi effettuate direttamente dal Gestore e dagli organismi di controllo. Anche per quanto riguarda il sapore, come ormai noto, basta lasciare l’acqua a riposare in una caraffa o in un contenitore per qualche decina di minuto, affinché il “sapore”di cloro scompaia quasi del tutto. Su www.acque.net nella sezione “Acqua di casa tua” si possono trovare tutte le notizie relative al progetto Acqua ad Alta Qualità e le analisi chimico-fisiche dell’acqua erogata in ciascun impianto.



Tag

Myrta Merlino a Matteo Salvini: «Le offro una camomilla...», «Solo se non è zuccherata, sennò la tassano»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Sport

Attualità

Cronaca