QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°15° 
Domani 11°13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 18 novembre 2019

Cronaca lunedì 14 luglio 2014 ore 13:20

Nasce il robot che automatizza l'unica fase manuale della stampa serigrafica

Presentato alla Esanastri di Calcinaia l'innovativo macchinario messo a punto insieme all'istituto di biorobotica del Sant'Anna



CALCINAIA — Si chiama Galileo wedding machine ed è l’unico robot al mondo in grado di rendere automatico, più veloce e preciso la sfridatura, ovvero la rimozione degli scarti, all'interno del processo della serigrafia. A realizzare il prototipo è l’azienda di Calcinaia Esanastri che ha messo a punto quest’unico macchinario in collaborazione con l'istituto di biorobotica della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa.

La presentazione ufficiale, alla quale erano presenti anche i vertici dell'azienda, l'assessore regionale Gianfranco Simoncini, il parlamentare Federico Gelli, il sindaco di Calcinaia Lucia Ciampi, il direttore dell'istituto Paolo Dario e l'ex ministro Maria Chiara Carrozza, è avvenuta oggi, lunedì 14 luglio, a Calcinaia nella sede dell’azienda in via Barducci.

“Con Galileo Wedding Machine abbiamo realizzato la macchina che da decine di anni stavo cercando nelle fiere di tutto il mondo ­– ha commentato il presidente di Esanastri Roberto Posarelli – è un lavoro che nella nostra ditta veniva fatto da circa dieci persone e per il quale si impiegava molto tempo, mentre adesso con Galileo il processo sarà più rapido e preciso”. Ma la grande novità di Galileo non si fermerà a Calcinaia. Il robot infatti comincerà subito a viaggiare per il mondo: “Lo presenteremo in una versione base del valore di 150mila euro in autunno alla fiera di settore a Las Vegas – ha annunciato – Galileo ha ottenuto tre brevetti e speriamo che la sua commercializzazione nel mondo sia immediata. Questa sarebbe una grande opportunità anche per un rilancio del territorio”.

Entusiasta del progetto anche il direttore dell'istituto di biorobotica Paolo Dario che ha detto: “Qui in Italia abbiamo un timore reverenziale a investire sull'alta tecnologia, eppure Galileo è la dimostrazione che sappiamo fare cose uniche nel mondo, spero che ne siano venduti a centinaia”. Un plauso è poi arrivato dall’ex ministro Maria Chiara Carrozza che nel suo intervento alla presentazione di Galileo ha ribadito l'importanza della ricerca e ringraziato la Regione: “La Toscana è all'avanguardia, se dovessi fare una cartolina della nostra regione metterei non solo le belle colline ma anche una conceria, oppure una ditta serigrafica come Esanastri.”.

Positivo anche il riscontro dell'assessore regionale Gianfranco Simoncini che ha commentato: "Sono felice di salutare la realizzazione di questo progetto perché è un esempio tangibile di una Toscana che innova, muovendosi sempre più veloce nel campo delle tecnologie avanzate, una Toscana che ha voglia di scommettere sulla ripresa".

L'ultimo intervento è stato poi quello del sindaco di Calcinaia Lucia Ciampi che ha concluso: “E' un onore per un comune come il nostro ospitare eventi come questo, faccio i miei auguri a Posarelli e ad Esanastri per questo progetto”.

Dopo le presentazioni e i saluti delle autorità le decine di persone presenti sono state invitate a visitare tutte le fasi di lavoro della ditta e hanno avuto modo di vedere anche il magazzino verticale, altro progetto presentato nella mattinata e realizzato col contributo di Inail per la sicurezza dei lavoratori nello stoccaggio della merce in uscita.



Tag

Mattia, la «sardina» che ha riempito Piazza Maggiore contro Salvini: «Non conosco Prodi»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Lavoro