QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 13° 
Domani 11°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 14 dicembre 2019

Attualità domenica 01 febbraio 2015 ore 17:00

Nelle scuole italiane l'aria non è buona

Secondo una ricerca dell'Unione europea l'8 per cento dei bambini della penisola ha avuto asma in classe. Esaminati due istituti pisani



PISA — Asma, allergie nasali, eczema. In una ricerca sulle scuole italiane (di cui due di Pisa, due siciliane e due lombarde) fatta dell'Unione Europea, emerge che su un campione di oltre cinquemila bambini (23 paesi europei, 114 scuole) l'8 per cento dei bambini italiani durante le lezioni ha sofferto d'asma, il 9 per cento di allergie nasali e il 17 per cento di eczema.

Il problema è la qualità dell'aria, in cui sono presenti micropolveri sottili a radon, benzene e formaldeide. Il tutto in aule molto spesso troppo affollate: “Da noi il problema principale è quello della ventilazione – spiega all'Ansa Piersante Sestini dell'università di Siena - abbiamo privilegiato il risparmio energetico creando degli ambienti stagni”. In questi luoghi chiusi gli inquinanti si accumulano, che sia il benzene che arriva dalla strada o la semplice anidride carbonica, la polvere o il gesso. “La scuola – riprende Sestini - è uno degli ambienti a maggiore densità di persone. Il punto non è che la scuola provochi l'asma, quanto il fatto che debba essere attrezzata a ricevere un bimbo asmatico, e le scuole italiane non lo sono”.



Tag

Piazza Fontana, il giornalista del Corriere che era nella banca: «Mi salvò un caffè»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Cronaca

Lavoro

Cultura