comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 13°23° 
Domani 14°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 30 settembre 2020
corriere tv
Ilaria Capua: «Il virus è qui, dobbiamo stringere ‘la mascherina' fino alla fine dell'inverno»

Politica lunedì 22 dicembre 2014 ore 19:05

Nido, sconti per tutti grazie ai pecciolesi

Il sindaco Macelloni risponde sulle tariffe dell'asilo "Staccia Buratta" per il 2015 e invita i non residenti a ringraziare invece di protestare



PECCIOLI — Dopo le polemiche dei mesi scorsi, il sindaco di Peccioli Renzo Macelloni mette un punto alla questione dell'aumento delle tariffe dell'asilo nido Staccia Buratta per il 2015, che per il primo cittadino rimane una struttura d'eccellenza a un servizio a un buon costo, anche per i cittadini non residenti.

Ecco, di seguito, il comunicato in forma integrale arrivato dal Comune: 

I genitori, fuori Comune, che portano i bambini al nido di Peccioli mantengono sconti importantissimi che vanno dal 38% al 72% per questa storica agevolazione prima di tutto dovrebbero ringraziare tutti i cittadini del Comune di Peccioli invece di protestare e lamentarsi


Leggo sulla stampa locale una polemica promossa da qualche genitore residente in altro Comune che usufruisce per i loro bambini dell'asilo nido di Peccioli in merito all'aumento delle tariffe del servizio dell’asilo nido per l’anno 2015.

Per prima cosa vorrei fare alcune considerazioni circa appunto le tariffe praticate al nido di Peccioli dal 1 gennaio del prossimo anno:

Vorrei rispondere a chi sostiene, pretestuosamente, che gli aumenti al nido non possono essere fatti a partire dal 1 gennaio, ma solo a inizio del cosiddetto anno scolastico. Faccio notare che è proprio il regolamento dell’Unione dei comuni che prevede la possibilità di fare aumenti sia dal 1 gennaio che dall’inizio dell’anno scolastico: vedi articolo 30 del relativo regolamento.

La tariffa più alta in assoluto, per i bambini di fuori Comune, arriva a € 350 mensili, negli altri nidi della nostra zona le tariffe corrispondenti vanno da 480 a € 600: quindi con un maggiore costo che va dal 38% (350+38% = 480) al 72% (350+72% =600). Inoltre la tariffa minima per chi usufruisce dell’Isee è di € 87, anche per i partecipanti da fuori Comune sono rispettate le tariffe Isee e quindi questo grava su tutti i cittadini del Comune di Peccioli.

I genitori di fuori Comune, che portano i loro bambini al nido di Peccioli, e che sono una quarantina prima di tutto dovrebbero essere grati non solo al Comune di Peccioli che mantiene anche per loro questa condizione particolare ma ringraziare prima tutti i cittadini di questo Comune, invece di contestare e agitarsi.

Premesse queste condizioni trovo alquanto strumentale e paradossale che a fare da apripista e a tenere in piedi una tale contestazione in prima linea sia quasi esclusivamente il consigliere comunale di minoranza del Partito Democratico di Chianni Massimiliano Fattorini. E’ in quella veste che vorrei richiamare la sua attenzione sul fatto che il suo prezzo massimo è di 290 ed usufruisce di un buono dalla Piaggio allo scopo di euro 160!

A volte prima di fare i paladini della giustizia sarebbe meglio contare fino a dieci prima di sparare a zero.

Renzo Macelloni



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Politica

Attualità