Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:PONTEDERA18°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 28 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid, a Milano folla sui Navigli nell'ultimo weekend in fascia gialla

Politica sabato 02 agosto 2014 ore 15:50

Le auto del Comune multate dal T Red

Anche le vetture del municipio di Capannoli fotografate dall'impianto che rileva infrazioni semaforiche su via Volterrana



CAPANNOLI — La pubblica amministrazione questa volta è caduta nella propria trappola. Il vituperato impianto semaforico, voluto dalla precedente amministrazione comunale, dotato di sistema T Red nel centro di Capannoli ha multato infatti due mezzi del municipio per un totale di 264 euro.

Questa la sanzione che la polizia locale dell’Unione Valdera ha dovuto notificare al Comune di Capannoli, per una volta non esattore, ma anzi multato. La storia è semplice, l'impianto T Red collocato a Capannoli in via Volterrana al semaforo nel centro del paese che ha già fotografato molti cittadini passati con il rosso, questa volta ha "beccato" anche le automobili del Comune mentre transitavano dall'incrocio a semaforo rosso.

La questione sta ora per finire anche sui banchi del consiglio comunale, tanto che il gruppo consiliare Ripartiamo ha presentato al neo sindaco Cecchini un’interrogazione sulle due multe arrivate in Municipio per infrazioni al codice della strada fatte con due mezzi di proprietà del Comune.

Verbali alla mano, il gruppo d’opposizione nell’interrogazione cita le due sanzioni, una di 135,60 euro con un veicolo Piaggio S90 e un’altra di 128,40 euro con un veicolo Fiat Group, entrambi sarebbero passati con il semaforo rosso all’incrocio in centro a Capannoli.

“Tale violazione – scrivono i consiglieri di minoranza nel documento – oltre a comportare un danno per le casse comunali e per i cittadini, ha seriamente messo a rischio anche l'incolumità di persone che si potevano trovare a passare per tale incrocio, senza contare che l'amministrazione e i propri dipendenti dovrebbero dare l'esempio con il proprio comportamento”. Marco Silvi, Giacomo Citi, Mattia Cei e Federica Paoli si rivolgono quindi al sindaco per sapere cosa sia stato fatto per identificare i trasgressori, cosa il Comune intenda fare nei loro confronti, se Cecchini non ritenga opportuno richiedere un risarcimento e verificare le autorizzazioni all'utilizzo dei mezzi del Comune.

Anna Dainelli
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità