QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12°25° 
Domani 11°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 19 settembre 2019

Politica lunedì 25 febbraio 2013 ore 22:05

Pd primo partito nell'Unione, ma i "grillini" vanno oltre il 25%



Pdl dimezzato, annichiliti Udc, Futuro e Libertà, Lega Nord. Monti si attesta al 7%
UNIONE VALDERA - Nell'Unione dei Comuni della Valdera, anche se alcuni dati devono ancora essere consolidati, è già possibile tracciare un bilancio sulle elezioni 2013. La tendenza è simile a quella di Pontedera: ovunque il Pd rimane il partito più forte, anche se perde tra il 9% e il 12% ovunque, il Pdl si trova praticamente dimezzato il proprio bacino elettorale, l'Udc, la Lega Nord, e Futuro e Libertà, escono da queste urne "annichiliti". Tra quelli che invece non erano presenti alle passate elezioni e che possono vantare un buon risultato la Lista Monti e soprattutto il Movimento Cinque Stelle, che in molti Comuni va meglio che a Pontedera (25,3%) arrivando a sfiorare il 30%. I grillini a Peccioli ottengono il 24,47%, a Ponsacco il 29,59%, a Calcinaia il 29,05% e a Santa Maria a Monte il 26,89%. A Calcinaia invece il Pd rispetto al 2008 perde 12 punti percentuali, scendendo dal 48% al 36% di quest'anno, il Pdl passa dal 30,64% di cinque anni fa, all'attuale 15,86%. La Lista Monti si attesta sul 7,1%. A Ponsacco il Pd perde l'11%, passando dal 41,77% del 2008, al 32% del 2013. Per il Pdl è una vera emorragia di voti -17%, nel 2008 aveva il 36,84%, nel 2013 il 19,9%. Monti con la sua Lista arriva la 6,2%. A Peccioli il Pd perde meno che altrove, 9,37%. Nel 2008 aveva il 47,85%, nel 2013 si ferma al 38,48. Il Pdl passa dal 30,4% di cinque anni fa, al 16,89% del 2013 e Monti si attesta al 7,7%. A Santa Maria a Monte addirittura i risulti si ribaltano. Nel 2008 il Pdl aveva il 42,5% ed era il primo partito e oggi ha il 25,7%, il Pd che aveva il 36,8% supera gli azzurri arrivando al 28,2% pur perdendo sei punti percentuali è il partito più forte. Insomma un vero rimescolamento dal quale Monti riesce a trarre il suo 6,74%.


Tag

Pd, Marcucci: «Scelta di Renzi sbagliata, io resto e metto a disposizione mio ruolo capogruppo»

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Sport

Attualità