QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°16° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 20 novembre 2019

Politica venerdì 27 maggio 2016 ore 17:44

​Alta Valdera, subito il canone concordato

Da sinistra Alessio Barbafieri, Maria Antonietta Fais, Renzo Macelloni e Giacomo Tarrini

La neonata Unione ha sottoscritto l'accordo per favorire affitti a prezzi più bassi: "Opportunità anche per giovani coppie e genitori separati"



PECCIOLI — Come è noto i Comuni di Chianni, Lajatico, Peccioli e Terricciola hanno già deliberato la nascita della nuova Unione Parco Alta Valdera e nei giorni scorsi hanno firmato gli atti definitivi che hanno sancito ufficialmente il recesso dall’Unione dei Comuni della Valdera.

Nelle more del percorso costitutivo la nuova Unione, che sarà formalmente operativa dal prossimo primo luglio, è già attiva su vari fronti, primo fra tutti quello sociale: "Sono già stati sottoscritti - hanno spiegato i quattro sindaci Renzo Macelloni, Maria Antonietta Fais, Alessio Barbafieri e Giacomo Tarrini - con le associazioni di categoria gli accordi territoriali per la stipula di contratti di locazione a canone concordato, alla presenza dei rappresentati dei sindacati dei proprietari e degli inquilini".

L'azione dell'Unione dei quattro Comuni vuole favorire "l’allargamento del mercato locativo privato di quegli immobili attualmente sfitti ed incentivando l’accesso alla locazione per quelle categorie sociali che ne sono escluse, l’accordo porterà vantaggi sia per gli inquilini che per i proprietari. Entrambi potranno avvalersi di notevoli benefici, gli inquilini pagheranno canoni di locazione mensile nettamente inferiori determinati sulla base delle fasce e dei criteri indicati negli accordi ed i proprietari degli immobili potranno locare i propri alloggi sfitti beneficiando di regimi fiscali a loro favorevoli come fra gli altri, di avvalersi, per l’imposta sostitutiva denominata cedolare secca, di una aliquota ribassata al 10 per cento invece del 21, oltre che essere esonerati dal pagamento della tassa di registro e l’ eventualità di avere un’aliquota IMU ridotta".

Il contratto di locazione stipulato in forma concordata ha durata triennale con la possibilità di pattuire un rinnovo di ulteriori due anni e gli accordi sottoscritti hanno valenza per i contratti conclusi nel triennio 2016-2018.

"L’iniziativa - hanno concluso dall'Unione - è stata abbracciata positivamente dall’Unione Parco Alta Valdera poiché da un lato va a facilitare quelle categorie sociali più deboli come per esempio le giovani coppie oppure genitori separati che spesso non possono permettersi l’acquisto di case di proprietà o di pagare canoni di locazione troppo onerosi, allo stesso tempo incentiva i proprietari ad immettere sul mercato i propri alloggi sfitti con vantaggi fiscali evitando che le seconde proprietà siano sempre più un peso economico e facendo sì che gli immobili stessi non vadano a degradarsi a seguito del non utilizzo. Per altro la maggior parte degli alloggi che oggi risultano sfitti nei nostri territori comunali si concentrano principalmente all’interno del centro storico, quindi abbiamo ritenuto che questo accordo potesse portare anche vantaggi positivi rispetto alla tematica dello spopolamento dei centri che sempre più in questi anni si sono svuotati a scapito di nuove urbanizzazioni in periferia, lasciando i centri in mano al degrado e all’abbandono".



Tag

Un'alleanza con Salvini? Ecco cosa ha risposto Matteo Renzi

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità