QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 19°19° 
Domani 14°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 21 ottobre 2019

Attualità venerdì 23 dicembre 2016 ore 18:35

Quattro Comuni escono dalla Società della Salute?

I sindaci dell'Alta Valdera con quelli dell'Alta Valdicecina lo scorso 12 dicembre

Nel protocollo d'intesa firmato dai Comuni di Alta Valdera e Alta Valdicecina si parlava anche dell'opportunità di spostarsi nella Sds volterrana



PECCIOLI — E se Peccioli, Terricciola, Chianni e Lajatico uscissero dalla Società della salute della Valdera? L'ipotesi è remota ma non impossibile. Soprattutto c'è, da parte dei quattro Comuni, la necessità di essere più coinvolti nelle scelte.

Nella scorsa riunione della Società della salute Valdera era in discussione la convenzione che viene stipulata tra la stessa Sds, Asl e Comuni per la gestione dell'aspetto socio sanitario ovvero case di riposo, centri diurni, strutture per minori, strutture per disabili, assistenti sociali e altri servizi simili.

Da quanto è emerso c'è malumore nei quattro Comuni del Parco Alta Valdera. Si apprende che nella lettera che i quattro sindaci dell'Alta Valdera e quelli dell'Alta Valdicecina hanno inviato lo scorso 12 dicembre alla Regione per richiedere un incontro urgente c'era anche un punto in cui si discuteva dell'eventualità che i quattro potessero entrare nella società della salute della Valdicecina (e quindi uscire dalla società della salute della Valdera) per scongiurare l'accorpamento del distretto sanitario della Valdicecina con quello della Valdera. La decisione dell'accorpamento dei distretti regionali, che passeranno da 34 a 26, è comunque stata presa due giorni fa dalla giunta regionale.

La volontà dei sindaci Renzo Macelloni, Maria Antonietta Fais, Alessio Barbafieri e Giacomo Tarrini è comunque quella di tutelare i loro territori a bassa densità, più simili a quelli dell'Alta Valdicecina che a quelli della Bassa Valdera. 

In questo senso era stato stilato e firmato un protocollo d'intesa lo scorso 12 dicembre tra i Comuni di Castelnuovo Valdicecina, Chianni, Lajatico, Montecatini Val di Cecina, Peccioli, Pomarance, Terricciola e Volterra. Il documento era stato inviato a Regione e Anci ed era stato richiesto un incontro urgente ma dalla Regione non sono arrivate risposte. L'intento era quello di limitare la riduzione e capire meglio come sarebbe funzionato il nuovo distretto accorpato.

Intanto il 28 dicembre è in programma una riunione di tutta la società della Salute della Valdera per firmare la nuova convenzione, di durata annuale, con Asl e Comuni sui sopracitati aspetti socio sanitari. Un'uscita dalla società della salute di Peccioli, Terricciola, Lajatico e Chianni sembra improbabile, soprattutto per gli intoppi burocratici che ne deriverebbero. La situazione dell'uscita presenta simili difficoltà all'eventuale uscita di Cascina dalla società della salute pisana. In questi cinque giorni che mancano all'incontro i sindaci dell'Alta Valdera si confronteranno per prendere una decisione.

Dopo la scissione e la nascita di una nuova unione dall'Alta Valdera i quattro Comuni chiedono anche per l'aspetto socio sanitario più attenzione alle zone più periferiche, facendo squadra con i Comuni dell'Alta Valdicecina.

René Pierotti
© Riproduzione riservata



Tag

Conte: «Io contro il popolo delle partite Iva? Una fesseria»

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Lavoro

Spettacoli