Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PONTEDERA10°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 05 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il pallone spia cinese colpito e abbattuto: le immagini della caduta in Usa

Attualità giovedì 31 marzo 2022 ore 19:37

Piano regionale rifiuti, Belvedere pronta per un nuovo impianto

Insieme a RetiAmbiente, la società ha risposto all'avviso pubblico della Regione Toscana per realizzare un impianto per la parte organica dei rifiuti



PECCIOLI — Comune di Peccioli, Belvedere Spa e RetiAmbiente uniti nel percorso di costruzione e realizzazione dell'impiantistica appropriata alla chiusura del ciclo integrato dei rifiuti.

Lo fa sapere l'amministrazione pecciolese nella giornata di oggi, 31 Marzo, data ultima per la presentazione alla Regione delle manifestazioni d'interesse per l'avviso pubblico dedicato alle imprese per la realizzazione di impianti di recupero e riciclo che garantiscano il completamento del ciclo dei rifiuti.

Belvedere, già impegnata nell'investimento realizzato con la costruzione dell’impianto di trattamento meccanico biologico, oggi con RetiAmbiente si propone dunque come soggetto chiave per la realizzazione di un impianto per la parte organica dei rifiuti, andando così a produrre compost e biometano e inserendosi definitivamente e a pieno titolo all'interno del processo di economia circolare.

"Visto quanto sia importante che la società Belvedere, supportata dall’amministrazione comunale, si inserisca a pieno titolo e attivamente all’interno del processo che vede impegnata la Regione Toscana nella predisposizione del nuovo Piano Regionale dei Rifiuti - si legge in una delibera del Consiglio comunale di Peccioli del Novembre scorso - confermando definitivamente il ruolo della stessa, come polo regionale, insostituibile nel trattamento e nello smaltimento dei rifiuti e dotandosi altresì, conferma il sostegno alla creazione di un’impiantistica che nel tempo sia in grado di chiudere il ciclo dei rifiuti anche all’interno della nostra area".

All'avviso, comunque, ha risposto anche Alia, società di gestione dei servizi ambientali della Toscana Centrale, con 3 distretti. Uno di questi è quello di Pontedera, centro del progetto "Waste to methanol", che prevede l’ipotesi di fattibilità di un impianto di riciclo chimico ad altissima tecnologia che tratta gli scarti provenienti dagli impianti di trattamento e riciclo delle raccolte differenziate e gli scarti derivanti dal trattamento del rifiuto indifferenziato residuo, in metanolo, con possibilità di produzione di idrogeno. La capacità dell'impianto sarebbe di circa 256mila tonnellate annue per un costo di realizzazione di 385 milioni di euro.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

20° Belvedere HD
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Unica sopravvissuta all'esplosione della pirotecnica Ciandri di Morrona, aveva 48 anni. Oggi l'ultimo saluto nella chiesa di Sant'Andrea
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Franca Gori Ved. Desideri

Sabato 04 Febbraio 2023
Onoranze funebri
MISERICORDIA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Sport