QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°15° 
Domani 11°13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 18 novembre 2019

Attualità venerdì 07 ottobre 2016 ore 18:30

Quel palo in cemento che rischia di cadere

Da 20 anni è dismesso e la rimozione spetta a Enel ma le richieste fatte dai proprietari del terreno negli ultimi sei mesi sono cadute nel nulla



PECCIOLI — "Si inclina sempre di più e ho paura, quando qualcuno ci passa intorno, che possa cedergli in testa". E il timore della signora Danila non è poi così irrealizzabile, data la vistosa obliquità verso valle di quel palo in cemento piantato fra il gazebo del giardino e il frutteto.

Quell'alto palo lo piantò Enel tempo fa nella proprietà del podere in via Santa Maria a Ghizzano che un tempo era della locale Fattoria e poi nel 2003 Danila ha acquistato insieme alla figlia Stella. Quasi vent'anni fa però, la società che fornisce energia elettrica ammodernò la linea facendola passare da altri punti lungo la strada principale e il palo fu privato dei fili di alta tensione e dismesso. Da allora non è stato più toccato.

Quando però, nel corso del tempo, ha cominciato ad inclinarsi sempre più diventando pericoloso, Danila e sua figlia hanno deciso di contattare Enel perché lo rimuovesse.

"Fra aprile e maggio scorsi le prime telefonate all'azienda - ci raccontano -. Poi a luglio si presentò un tecnico Enel da Volterra per cambiarci il contatore e allora cogliemmo l'occasione per esporgli il problema, lui fece delle foto, ci assicurò che avrebbe fatto presente alla sede la questione e ci disse che entro settembre avremmo ricevuto una lettera e una successiva visita da parte di un tecnico. Ma in questo tempo non abbiamo ricevuto né scritti né addetti".

Madre e figlia, dopo quasi sei mesi di telefonate, lettere, mail e un ultimo fax spedito pochi giorni fa, hanno chiesto aiuto anche a un avvocato, un vigile del fuoco e agli uffici tecnici del Comune. Purtroppo però, la questione è fra i proprietari del terreno e l'Enel.

"Come noi - hanno commentato - anche altri hanno pali dell'elettricità dismessi nelle loro proprietà. Quello che ci preoccupa è l'abbandono di questo e il cedimento del terreno sottostante, ancor più nei momenti di vento forte e maltempo. Qualcuno, noi o un ospite, potrebbe farsi davvero male".



Tag

Scontro Feltri-De Girolamo: «Tu mi interrompi, ma sta' zitta! Ma perché devi rompermi i c...?»

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cronaca

Cronaca

Attualità