QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 11 dicembre 2019

Spettacoli venerdì 22 luglio 2016 ore 12:50

Stasera c'è il Barbiere di Siviglia

Continua la rassegna teatrale dell'estate pecciolese con uno spettacolo classico ma rivisitato con una nuova veste artistica



PECCIOLI — Viene presentato a Peccioli, in prima nazionale, stasera alle ore 21.30 all'Anfiteatro Fonte Mazzola, un Barbiere di Siviglia, dalle caratteristiche molto particolari.

La più importante, che caratterizza il progetto e che rappresenta anche l’impegnativa sfida artistica, riguarda l'allestimento. Scene e costumi infatti saranno interamente realizzati utilizzando materiali provenienti da Riciclo nell’ambito del progetto Scart di Waste Recycling.

Il Barbiere ha l’intelaiatura perfetta per la costruzione di un progetto di questo tipo. Opera buffa per antonomasia, poche opera possono vantare una notorietà pari a questa, rappresenta il set ideale per coniugare tradizione e innovazione.

Waste Recycling, società del Gruppo Herambiente, leader nazionale nel proprio settore, da anni si caratterizza con progetti che applicano grande creatività all'obiettivo di dare nuova vita ai materiali che quotidianamente diventano rifiuto.

Scart “Il lato bello e utile del rifiuto”, è un progetto ecologico originale che ha portato all'azienda e al suo creatore Maurizio Giani grandi conoscimenti non solo dal campo ambientale ma soprattutto da quello artistico, culturale e del design.

Copertoni, vecchi tappetti, stock di pelletteria, bottoni e stoffe declassati a rifiuti tornano a vivere sulla scena del "Barbiere di Siviglia"Le ambientazioni e gli abiti del celebre capolavoro Rossiniano, sono stati realizzati dagli studenti dell'Accademia di Belle Arti di Firenze, sotto la guida della professoressa Angela Nocentini, con materiale di riciclo proveniente dal laboratorio Officina SCART della Waste Recycling , con la quale lo scorso settembre l'Accademia ha firmato una convenzione triennale.

Dodici gli studenti dell'Accademia che hanno partecipato ai due workshop che hanno portato alla realizzazione del materiale di scena. Daniela Pitrò, Ana Lushi, Giada Biagioni, Francesca Zingaro, Daniel Prenleloup, Chiara Ressetta, Oliviero Biagetti, Wimar Van Ommen, Jonida Xherri, Valentina Perini, Veronica Rodriguez e Michela Bottoni in due settimane hanno selezionato e assemblato il materiale di scarto dando vita alle scenografie della “Piazza della città di Siviglia sul terminar della notte" e della “camera in casa di don Bartolo”; ideato e cucito i costumi di Figaro, del Conte d’Almaviva, di Bartolo e Rosina.

Opera "buffa" per antonomasia, il Barbiere di Siviglia rappresenta il set ideale per coniugare tradizione e innovazione. Così grandi ventagli sostituiscono gli edifici della piazza di Siviglia ed enormi strumenti da barberia caratterizzano il salotto del secondo atto.

Il secondo elemento molto importante sta nel cast, per scelta artistica giovane, selezionato attraverso concorsi internazionali e Masterclass, in grado sicuramente di dare grande qualità interpretativa ma anche di sentirsi in sintonia con le innovazioni che la rappresentazione propone.

Sarà un piacere per il pubblico scoprire come un capolavoro della tradizione operistica italiana possa trovare nuova vita ed energia da questo incontro.

L’orchestra è la Amedeo Modigliani, ensemble di 45 elementi, diretta da Mario Menicagli.

Il coro, tutto maschile nel Barbiere, valorizza l'esperienza locale e le qualità artistiche della Corale Valdera diretta da Simone Valeri

A garantire equilibrio e fedeltà allo spirito originale del libretto di Cesare Sterbini sarà Giampaolo Zennaro, espertissimo regista (ha diretto quasi mille opere liriche) che ha collaborato con artisti come Maria Callas, Luciano Pavarotti, Placido Domingo, Josè Carreras, Montserrat Caballé, Mirella Freni, Renata Tebaldi.



Tag

Mes, Meloni: «Le nostre tesi sono sostenute da 32 economisti, ne capiscono più di Gualtieri»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità