QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°16° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 20 novembre 2019

Sport sabato 21 febbraio 2015 ore 18:43

Pisa nervoso, granata compatti. E Caponi...

Dalle prime sfide di cento anni fa all'imbattibilità degli uomini di Indiani negli ultimi due anni. Il punto di vista sul derby di Mario Mannucci



PONTEDERA — Il 21 febbraio di un secolo fa esatto, 1915, il Pisa rifilò 5 reti a 0 al debuttante Pontedera che per la prima volta incontrava, essendo nato tre anni prima . E 8 gliene rifilò nella partita di ritorno in riva all'Era. 

Ma anche in questo campionato di Lega Pro, come in quello scorso, i nerazzurri non ce l'hanno fatta a battere i granata, con un bilancio complessivo, in due anni, di 2 vittorie per il Pontedera (Coppa compresa) e tre pareggi. E' finita 0 a 0 ma col pubblico pontederese che applaudiva i suoi e quello pisano che invece fischiava la sua squadra. Dati e soprattutto occasioni, 5 contro 2, alla mano, una vittoria del Pontedera non sarebbe stato un furto, visto che il Pisa è stato superiore soltanto nel primo quarto d'ora del secondo tempo, mentre nel primo e nei minuti finali la velocità e la grinta dei padroni di casa ha messo i nerazzurri in difficoltà. A volte anche pesante. 

L'occasione più grossa l'ha però fallita Settembrini quasi allo scadere dopo un pasticcio della difesa pisana gli aveva messo a disposizione una palla d'oro. Nel Pisa non ha brillato neppure l'ex granata Arrighini, mentre l'altro ex, Andrea Caponi, è stato fra i migliori della sua nuova squadra, dove è approdato soltanto da tre settimane, un po' a sorpresa. Il punto a testa non cambia molto nelle rispettive classifiche (il Pisa deve ancora rincorrere la vetta che gli sfuggi dall'inizio del campionato, il Pontedera viaggia verso la quasi sicura salvezza) ma dà gran morale ai granata mentre porta nuovo malcontento tra la tifoseria e la squadra di Braglia, peraltro espulso per proteste, come il ds Tomei. Segno di gran nervosismo. Nel Pontedera, tutti sopra la sufficienza, a dimostrazione della compattezza e forza morale e fisica che mister Indiani è riuscito una volta ancora a infondere nei suoi giocatori.

Mario Mannucci

Riproduzione riservata



Tag

Un'alleanza con Salvini? Ecco cosa ha risposto Matteo Renzi

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Cronaca

Attualità