QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 6° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 13 dicembre 2019

Sport venerdì 20 febbraio 2015 ore 19:10

Il derby granata nerazzurri diventa del cuore

Le maglie che i calciatori utilizzeranno durante la gara saranno messe all'asta, il ricavato sarà donato alle associazioni che curano i bambini malati



PONTEDERA — Il derby Pontedera Pisa diventa del cuore, con un importante iniziativa di solidarietà. “La prima sfida esattamente cento anni fa, il 21 febbraio 1915 la neonata Us Pontedera affrontò la compagine pisana del circolo sportivo Giovanni Gerbi di Tornabuoni” ma il derby di sabato tra Pisa e Pontedera verrà ricordato anche per un altro motico, come spiega L'istituto di vigilanza privata Corpo guardie di città: “Il derby di sabato è già entrato nella storia della Lega pro come la

prima partita giocata con uno sponsor del match visto che per la prima volta un’azienda,

in questo caso l’Istituto di Vigilanza Privata Corpo Guardie di Città, sarà main sponsor

di un incontro di Lega Pro”.

L'iniziativa ha uno scopo benefico, infatti le maglie indossate dai giocatori di entrambe le squadre saranno messe all’asta dalla Onlus Sport For Children con lo scopo di raccogliere fondi per le associazioni locali che si occupano dei bambini malati, per l’acquisto di defibrillatori pediatrici e per destinare un particolare contributo all'associazione Fop Fibrodisplasia Ossificante

Progressiva che studia e tratta la grave patologia che ha colpito il figlio di Andrea Luci

capitano del Livorno Calcio.

Le modalità e le date per l’acquisizione dei pregiati pezzi , autenticati per i collezionisti da

un certificato timbrato e siglato dai presidenti di Pontedera e Pisa, saranno comunicate dalle due società attraverso i soliti canali ufficiali.

Per l’occasione su tutte le maglie dei calciatori saranno applicate le patch della Onlus Sport For Children.



Tag

Piazza Fontana, il giornalista del Corriere che era nella banca: «Mi salvò un caffè»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Cultura

Attualità