Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PONTEDERA13°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 28 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Elisabetta Belloni e il suo pensiero su donne e carriera diplomatica

Cronaca venerdì 12 giugno 2020 ore 16:15

Covid, 155 pisani lo hanno preso a lavoro

​Nei primi cinque mesi del 2020 denunciati in Toscana 2.622 infortuni riconducibili al Coronavirus. Zero decessi in provincia, 6 in regione



PISA — L'Inail ha reso noto i dati relativi gli infortuni sul lavoro da Covid-19 denunciati dal primo gennaio al 31 maggio del 2020, compresi quelli con esito mortale

La regione più colpita resta la Lombardia che ha raccolto quasi il 56 per cento delle denunce complessive.

In Toscana, le persone che hanno contratto il SarsCov2 sul lavoro sono stati complessivamente 2.622, il 5,6 per cento del totale nazionale (47.022 infortuni) e di questi 6 sono decedute, il 2,9% delle 208 vittime sul lavoro provocate dal coronavirus in Italia.

Per quanto riguarda il territorio della provincia di Pisa sono 155 le persone che hanno contratto il virus a lavoro, 109 donne e 46 uomini. Nessuno è deceduto.

Le province più colpite sono state quelle di Firenze (41,6 per cento), Prato (11,4), Pistoia (9,4) e Massa Carrara (9,2). Tre infortuni per Covid con esito mortale sono avvenuti in provincia di Prato, 2 in provincia di Firenze e 1 in provincia di Massa Carrara.

Sempre in Toscana 74,6 per cento del totale degli infortuni da Covid in Toscana ha riguardato donne. La classe di età più colpita è quella compresa fra i 50 e i 64 anni.

Che lavori facevano i contagiati. Il settore della sanità e dell'assistenza sociale – che comprende ospedali, case di cura e di riposo, istituti, cliniche, policlinici universitari, residenze per anziani e disabili – ha registrato, insieme agli organismi pubblici preposti alla sanità, l’81,6 per cento delle denunce a livello nazionale (e il 39,3 dei casi mortali). Seguono i servizi di vigilanza, pulizia, call center, il settore manifatturiero (industria alimentare, chimica e farmaceutica), le attività di alloggio e ristorazione e il commercio.

In Toscana, il 44,4 per cento delle denunce di infortuni sul lavoro per Covid ha riguardato tecnici della salute (e di questi l'80 per cento sono infermieri), il 20 per cento operatori socio sanitari, il 9 medici, il 7,5 operatori socio assistenziali.

Qui sotto la scheda riassuntiva della Toscana predisposta dall'Inail.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Vicepreside della scuola per decenni, il professor Vergnano era molto conosciuto e benvoluto, soprattutto dai suoi tantissimi ex studenti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Prof. Aldo Vergnano

Mercoledì 26 Gennaio 2022
Onoranze funebri
MISERICORDIA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità