QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12° 
Domani 10°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 14 dicembre 2019

Attualità martedì 29 gennaio 2019 ore 15:48

Incendio Serra, nuovi fondi regionali

Incendio sui monti pisani, stanziato un nuovo pacchetto di interventi di oltre 150mila euro per superare l’emergenza seguita al rogo



FIRENZE — Un nuovo pacchetto di interventi per superare la fase di emergenza seguita all'incendio dei monti pisani. 

Li ha approvati la giunta regionale: i 155.000 euro stanziati saranno utilizzati per gli interventi di salvaguardia e di contenimento del rischio idrogeologico realizzati finora. 

Questa seconda tranche va a integrare il piano da 1,5 milioni varato all'indomani dell'incendio di settembre che distrusse 1.148 ettari di bosco, i cui lavori sono ormai in dirittura d'arrivo con oltre il 90% degli interventi che risultano completati.

Soddisfatto il presidente della Regione Enrico Rossi, che ha rimarcato il lavoro svolto "In assenza, fra l'altro, di un intervento da parte dello stato per fronteggiare l'emergenza all'indomani del tragico rogo. Oggi stiamo ricostruendo quanto è andato distrutto utilizzando, per questo, anche strumenti innovativi come ad esempio le comunità di bosco, che ci permetteranno di usare al meglio e in modo mirato le risorse che abbiamo per la salvaguardia delle nostre foreste".

"Le attività previste nella seconda fase – spiega l'assessore all'agricoltura Marco Remaschi - saranno dedicate a completare gli interventi di salvaguardia e di sistemazione idraulico-forestale, a seminare nuove piante e arbusti per migliorare la copertura del terreno e a realizzare la manutenzione delle opere esistenti per proteggerle da eventi atmosferici che dovessero compromettere la funzionalità".

I lavori saranno avviati i primi di febbraio e si concluderanno entro maggio. Li eseguiranno le maestranze forestali del Comune di Calci e delle Unioni di Comuni Alta Val di Cecina, Mediavalle e Appennino Pistoiese per una complessiva task force di 15 operai effettivi giornalieri. I lavori saranno diretti da 2 tecnici regionali e coordinati dall'Ufficio regionale Antincendi boschivi.

Ma non è tutto. "A queste attività volte a dare una risposta completa alle ferite inferte dall'incendio – prosegue Remaschi - si aggiungerà nei prossimi mesi un'azione più complessiva di messa in rete di tutte le realtà che operano nel comprensorio dei Monti Pisani. Nei prossimi giorni firmeremo con i Comuni di Calci, Vicopisano, Buti, San Giuliano Terme un protocollo di intesa per la costituzione della prima Comunità del Bosco della Toscana, primo passo verso la gestione attiva del bosco e la valorizzazione delle vocazioni locali, innescando processi di tutela dell'ambiente e di prevenzione dal dissesto idrogeologico".



Tag

Piazza Fontana, il giornalista del Corriere che era nella banca: «Mi salvò un caffè»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Cultura

Attualità