Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:25 METEO:PONTEDERA18°31°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 18 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Europei, Belgio e Danimarca si fermano al 10' per il tributo ad Eriksen

Attualità sabato 02 dicembre 2017 ore 11:46

"I Comuni devono unirsi per migliorare i servizi"

Marcello Casati (Uil Pensionati Pisa)

Marcello Casati, della Uil Pensionati di Pisa, elogia l'accordo siglato col Comune di Pisa e chiede una maggiore attenzione sul settore sanitario



PISA — "L' accordo siglato con il Comune di Pisa sul bilancio di previsione 2018 -, ha scritto Marcello Casati, raprresentante locale della Uil Pensionati -, il primo nella nostra provincia, lo ritengo una cosa molto importante rispetto alle richieste sindacali. Un documento importante, quello inviato unitariamente a tutti i Comuni della nostra provincia, contenente importanti richieste per i cittadini e spazia dalle tasse comunali alla fiscalità, dai servizi collettivi a quelli a domanda individuale, alle politiche del lavoro e appalti trasparenti, giovani, accoglienza, qualità della vita e altro ancora. Ci sono altri due aspetti che ritengo di un' importanza primaria: quello dei servizi sanitari e della concertazione.

Su questi due ultimi occorre a mio avviso, incalzare i massimi responsabili della Sanità Toscana e Locale e i sindaci, per iniziare un percorso comune e condiviso che aiuti veramente i cittadini più bisognosi e le loro famiglie a superare le situazioni che si determinano quando le malattie, oltre alle pene al malcapitato, abbattono la serenità e il bilancio familiare. Oggi la Sanità privata sta prendendo sempre più corpo nel Paese. Ambulatori specializzati per malattie particolari di cui non puoi fare a meno di andarci. In questo caso i cittadini non vanno abbandonati a se stessi e quindi l'intervento della Asl e delle amministrazioni comunali diventa primario.

Non è concepibile neppure che un paziente sia dimesso dagli ospedali il giorno stesso dell'intervento se non esistono le condizioni familiari ed economiche per accudirlo.

Ecco a cosa deve servire la concertazione tra le amministrazioni. I Comuni si devono unire e associare, per dare maggiori servizi e sicurezza ai propri cittadini. La sanità, il lavoro, la solidarietà, devono essere patrimonio di tutti e quindi non possono e non devono essere divisi da un ponte o da un fossato. Oggi viviamo in un nuovo mondo e questo deve essere chiaro a tutti: anche ai cittadini che guardano solo il proprio campanile. Non ci posiamo permettere Unioni 'contro' per acquisire più potere e mantenersi un futuro dopo l'esperienza in politica. Dobbiamo creare Unioni 'per' tutti i cittadini: sani o malati, nati nei centri o nelle colline. La sanità, il lavoro, la scuola, i trasporti, la viabilità e tutto quello di cui le famiglie hanno bisogno, andrebbe garantito a tutti, in parti uguali. A questo dovrebbero servire la concertazione e le Unioni".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le fiamme divampate nel pomeriggio in località Colle del Rosselmini - La Croce. Il Comune invita a fare attenzione e a non intralciare l'antincendio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Nila Biasci nei Doveri

Martedì 15 Giugno 2021
Onoranze funebri
Mancini & De Santi Capannoli, Fornacette
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Cronaca

Cronaca

Cronaca