QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°11° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 20 novembre 2019

Lavoro mercoledì 23 ottobre 2019 ore 16:12

I grafici in sciopero

Sciopero nazionale nel settore grafico previsto per venerdì 25. Interessate anche aziende del pisano, tra queste la Palladio



PISA — I sindacati di settore hanno proclamato una giornata di sciopero di 8 ore per l’intero turno delle lavoratrici e dei lavoratori del settore grafico editoriale il giorno 25 ottobre 2019.

"Il Contratto Nazionale cugino di quello dei cartai presente in diverse aziende anche della nostra provincia - si pensi alla Palladio a Pontedera, ma anche alla Pacini - registra dopo anni di trattativa delle proposte datoriali inaccettabili", denunciano Uilcom Uil e Slc Cgil.
In più c'è una spaccatura sindacale, con la Fistel Cgil che non aderisce allo sciopero.
"Le proposte datoriali dei Grafici intendono addirittura ridurre la tredicesima, trasformandone obbligatoriamente una parte in buoni welfare", dicono Uil e Cgil.
"Inoltre dopo 4 anni dalla scadenza si propone un aumento di solo 55 euro lordi per il livello B3, aumento da aversi in tre anni evidentemente molto modesto. Anche l’una tantum è per 60 mesi di poco più di 200 euro, poco più di 3 euro per mese. Sempre lordi.
Infine si vuole aumentare l’orario di lavoro notturno da 36 ore a 40 senza riconoscere il pagamento dello straordinario notturno, e la soluzione di aumentare l’orario di lavoro in un momento di bassa occupazione è di per se censurabile. La proposta prevede poi una riduzione di ferie e permessi per oltre 6 ore annue. Insomma si lavora di più e si guadagna poco più di prima!
Il contratto collettivo nazionale, scaduto ormai il 31 dicembre 2015, è lo strumento basilare per chi lavora nel fondamentale settore e si chiede un rinnovo in tempi brevi e a condizioni dignitose per le lavoratrici e i lavoratori del settore".



Tag

Un'alleanza con Salvini? Ecco cosa ha risposto Matteo Renzi

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Politica