Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:46 METEO:PONTEDERA12°24°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 26 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Massimo Bernardini lascia 'Tv Talk', il saluto e l'addio commosso: «Devo andare, mia moglie mi aspetta»

Attualità giovedì 04 gennaio 2024 ore 09:18

Piazza della Repubblica, botta e risposta sui costi

La sindaca Francesca Brogi

Proteste sui lavori di rifacimento: costi troppo onerosi e mutuo pesante. Brogi: "Investimento strategico, contiamo di concludere entro Aprile"



PONSACCO — "I veri costi dei lavori di piazza della Repubblica". Era iniziato così l'anno a Ponsacco, con la polemica innescata da Samuele Ferretti, molto attivo sulla vicenda della villetta di Val di Cava e sulla questione di Palazzo rosa. Al quale, però, ha voluto rispondere direttamente la sindaca Francesca Brogi.

Tutto, come detto, è cominciato appena entrati nel 2024. "Sono mesi che i lavori procedono a ritmi lentissimi, con conseguente danno economico alle attività commerciali del centro e disagi ai residenti - ha detto Ferretti - da atti ufficiali l'amministrazione per realizzare l'opera ha acceso un mutuo di 29 anni, per rate annue di 70mila euro, arrivando ad una spesa finale di oltre 2 milioni. Non mi pare che questo sia stato detto a chiare lettere ai cittadini".

La replica della sindaca è arrivata un paio di giorni dopo. "Leggo delle polemiche mosse dai soliti noti relativamente al mutuo preso per il rifacimento di piazza delle Repubblica - ha commentato - l'accensione di mutui per opere pubbliche di importi superiori al milione di euro è inevitabile per Comuni delle nostre dimensioni. Per ragioni di bilancio non potremmo finanziare in un'unica annualità un'opera di questo valore".

La protesta sui costi dei lavori sulla piazza

"Il Comune ha approvato il bilancio del 2024 senza aumentare di un euro le tasse comunali - ha aggiunto - quindi questo mutuo non inciderà minimamente sulle tasche dei ponsacchini. Non solo: il nostro Comune ha un indice di indebitamento tra i più bassi a livello nazionale".

Quindi, Brogi ha rivendicato la scelta dei lavori di rifacimento, che aveva inserito nel programma per la campagna elettorale del 2019. "Un progetto voluto fortemente anche dalle categorie economiche, perché ritenuto essenziale per il rilancio delle attività commerciali nel nostro centro storico - ha aggiunto - il rifacimento della piazza, dunque, non è come qualcuno dice una spesa inutile, ma l'esatto contrario: un investimento strategico fondamentale".

"I lavori hanno subito dei rallentamenti e di questo siamo i primi ad esserne dispiaciuti: sono stati trovati dei reperti archeologici importanti che hanno prodotto un allungamento dei tempi di cantiere - ha concluso - i nostri uffici stanno dialogando con la Sovrintendenza per ultimare la variante al progetto e siamo in attesa dell'approvazione, fiduciosi che entro la fine di gennaio i lavori possano riprendere spediti per arrivare a una conclusione entro Aprile".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno