Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:PONTEDERA13°25°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 27 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Motoscafo si infila nel porto di Monte Carlo a tutta velocità, manca due passanti per un soffio

Attualità venerdì 23 giugno 2023 ore 11:00

Sportello anti-bullismo, svolti oltre 500 incontri

L'incontro dedicato alla presentazione delle attività dello sportello

Il servizio realizzato dalla cooperativa Arnera per gli studenti della primaria e secondaria del "Niccolini" ha accolto 185 ragazzi durante l'anno



PONSACCO — A un anno dalla sua inaugurazione, lo sportello anti-bullismo all'interno della scuola elementare e media del "Niccolini", ideato dal progetto "L'insostenibile invisibilità", ha fatto il punto sulla propria attività numeri alla mano grazie alle professioniste coinvolte della cooperativa Arnera.

"La scorsa estate abbiamo messo a punto un progetto che potesse rispondere a una richiesta arrivata dalla scuola - ha ricordato l’assessora all’Istruzione, Stefania Macchi - una risposta efficace per prevenire i fenomeni di bullismo e cyberbullismo. Così è nato lo sportello di ascolto portato avanti con la grande collaborazione degli insegnanti e del Consiglio d’istituto con grande dedizione, professionalità e impegno da parte di Irene Gotti e Maria Rosa Cranchi".

Durante l'anno scolastico, allo sportello si sono rivolti 185 studenti, 50 dei quali provenienti dalla scuola primaria e 135 dalla scuola media. In totale, sono stati effettuati oltre 500 colloqui, che hanno coinvolto anche insegnanti, genitori e volontari. 

"L’obiettivo - ha aggiunto - è stato quello di creare ragazzi attenti agli episodi di bullismo, ma anche dei cittadini attivi e consapevoli dei propri diritti e dei propri doveri".

All'ascolto si è affiancata anche la parte laboratoriale in aula per intervenire sul tutto il sistema classe laddove era stata segnalata una situazione da attenzionare.

"Un progetto  pensato non per essere chiuso tra le mura della scuola, ma per l’intera comunità e che ha coinvolto una rete ampia di figure come gli insegnanti, la famiglia, i volontari e le educatrici sui pulmini - hanno concluso la pedagogista Gotti e la mediatrice Cranchi - allo sportello i temi trattati sono stati molti, dal mondo degli affetti, le relazioni familiari, l’ansia e le pressioni che arrivano dal mondo degli adulti".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Traffico paralizzato lungo la Strada di Grande Comunicazione tra Pontedera e Montopoli in direzione Firenze: Vigili del Fuoco al lavoro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Elezioni