Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:PONTEDERA10°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 29 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, tensioni al corteo anarchico per Alfredo Cospito: ferito un poliziotto

Politica giovedì 13 ottobre 2022 ore 13:00

Su via Rospicciano si riaccende la polemica

L'immobile di via Rospicciano

Prima la manifestazione di alcuni cittadini, poi gli interventi di Lega e maggioranza sugli sfratti delle famiglie che libereranno il palazzo rosa



PONSACCO — Un gruppo di cittadini con qualche cartellone al seguito e delle simboliche catene al collo ha rinfocolato la polemica sul palazzo rosa di via Rospicciano.

Tutto è cominciato, appunto, con la manifestazione di alcuni residenti ponsacchini di fronte al palazzo del Consiglio regionale a Firenze. Questi, come Comitato cittadino Ponsacco pacificata, hanno chiesto che la redistribuzione delle famiglie che abitano nell'immobile avvenga su un territorio ampio e non solo in quello comunale.

A questi ha fatto seguito, quindi, la consigliera regionale della Lega, Elena Meini. "Nel 2016 tale stabile è stato individuato per ospitare alcune famiglie rom, provenienti dal campo nomadi Oratoio di Pisa, in fase di smantellamento perché abusivo - ha ricordato - dal momento del trasferimento si sono verificati una serie di fatti incresciosi, più volte segnalati anche dai media".

"Negli ultimi tempi, il Comitato Ponsacco Pacificata ha evidenziato ulteriori episodi delinquenziali - ha concluso - ho quindi predisposto un atto, la cui discussione in Commissione è stata rinviata, perché prima si vuole ascoltare il sindaco ponsacchino e l’assessore regionale competente. Da parte nostra, pretenderemo che vengano doverosamente sentiti anche i cittadini del Comitato".

Alla quale, successivamente, ha risposto la maggioranza del Consiglio comunale che sostiene la sindaca Francesca Brogi. "Tutto ciò ci sembra paradossale dal momento che Meini è una dei principali responsabili della vicenda essendo stata, all’epoca degli sgomberi, presidente del Consiglio comunale di Cascina sotto la guida Ceccardi - hanno replicato - famosa fu la sua intervista, di cui conserviamo copia, rilasciata a un un'emittente nazionale in cui ammetteva candidamente il trasferimento di alcune famiglie nel palazzo di via Rospicciano".

"Forse avrà avuto un vuoto di memoria - hanno chiuso - per sua sfortuna, noi abbiamo una buona memoria invece. Consigliamo ai cittadini di Ponsacco Pacificata, che ringraziamo per tenere alta l’attenzione sul tema consentendo così una maggiore efficacia dell’azione dell’amministrazione, di stare attenti a non farsi strumentalizzare. Chi ha creato il problema non può candidarsi a risolverlo".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'attore pugliese, impegnato in tournée al Teatro Era, ha fatto visita alla mostra "Appropriazioni" di Enzo Fiore, che si trova a Palazzo pretorio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Sport

Attualità

Attualità