comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:05 METEO:PONTEDERA8°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 28 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Lady Mastella e la lite con gli Europeisti: «Ecco perché me ne sono andata»

Attualità mercoledì 02 dicembre 2020 ore 11:45

​A primavera parte la nuova Crastan

L'edificio che verrà riqualificato
L'edificio che verrà riqualificato

Mentre l'azienda è da anni nella zona industriale, quella storica è rimasta inattiva in zona stazione. Ma si punta a rilanciarla e trasformarla



PONTEDERA — Sembra la volta buona per il rilancio e la trasformazione dell'area Crastan, da anni ferma, che diventerà un centro commerciale con uffici, spazi, piazzette e affacci proprio sulla Tosco Romagnola. 

Fu Luzio Crastan, svizzero dell'Engadina che venne in Italia, a Firenze, per poi approdare a Pontedera a creare nel 1870 un 'regno' dei surrogati di caffè. Per tutti i pontederesi 'la cicoria'.

Ora siamo alla quinta generazione. L'accordo con l'amministrazione comunale, allora col sindaco Simone Millozzi, fu varato quasi due anni fa, ma nel frattempo anche la pandemia ha contribuito a rallentare il progetto che dovrebbe partire a primavera. 

Salvo problemi, per completare l'opera sono previsti due anni di lavori che partiranno dall'abbattimento degli edifici per trasformarli quasi completamente ma lasciando tracce dell'illustre passato che ha dato lavoro alla città con la realizzazione anche del palazzo che chiude il piazzone e della vicina villa Crastan, oggi meno attiva rispetto al passato. 

Sono previsti un grande bar-pasticceria, un museo piazzette e altro ancora. "Saranno sei i piani fuori terra - ha detto Luca Bassi - con parcheggio, fondi di varia metratura fino ai 400 metri quadrati anche accorpabili fino a un massimo di circa 900 metri quadri". 

Spazio anche a uffici disposti su piani dal secondo al sesto, con metrature da 100 a 400 metri quadri fino a un totale di 3000 metri quadrati. I lavori dovrebbero partire quando almeno il 20% degli spazi sarà venduto, obiettivo non lontano dall'essere raggiunto. L'architetto Andrea Mannocci, che ha curato il progetto spiega, ovviamente, che la pandemia ha in parte frenato il progetto di una nuova piazza, un parcheggio da 130 posti che sorgerà proprio tra l'edificio e la via Tosco Romagnola. Sarà costruito un parcheggio al piano terra dedicato ai proprietari o affittuari dei vari spazi.

Mario Mannucci
© Riproduzione riservata

Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Cronaca

Cronaca

Cronaca