QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16° 
Domani 11°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 25 maggio 2019

Attualità venerdì 15 febbraio 2019 ore 18:00

Z​ona Crastan, parte la rivoluzione

Raggiunto l'accordo per un centro commerciale con affaccio anche sulla 67. Nuove case, invece, al Chiesino. Soddisfatti Millozzi e Franconi



PONTEDERA — Potrebbe aprire già quest'anno il cantiere che rivoluzionerà urbanisticamente e commercialmente la zona Crastan, da tempo abbandonata. 

Lo ha annunciato, non nascondendo la soddisfazione per il traguardo inseguito da anni, il sindaco Simone Millozzi che insieme all'assessore Matteo Franconi e alla 'macchina' comunale ha condotto le trattative con i Crastan della storica azienda da vent'anni trasferitasi nella zona industriale di Gello, e con la proprietà dell'ex fonderia Ceccanti della Rotta, ancora da più tempo dismessa.

Alla base di tutto c'è un 'triangolo' che tocca la ex Crastan di via Primo Maggio, la ex Ceccanti e, come approdo finale, una vasta zona del Chiesino al confine con la calcinaiola Oltrarno. Triangolo dalle mille sfaccettature difficili da spiegare ma con un punto base: al Chiesino saranno realizzati nuovi alloggi sia Crastan che Ceccanti, che sulla collina fra La Rotta e Castel del Bosco realizzerà un piccolo complesso abitativo

Dunque una doppia lottizzazione abitativa al Chiesino ma più piccola rispetto ai volumi inizialmente richiesti, mentre la zona Crastan diventerà commerciale con la ristrutturazione della fabbrica in un palazzo a tre piani al quale si potrà accedere sia da via Primo maggio che, e soprattutto, dalla Tosco Romagnola. Palazzo nel quale i Crastan realizzeranno anche un museo della loro plurisecolare ditta. 

Ma il progetto che sarà discusso martedì in consiglio comunale prevede anche vantaggi urbanistici e di viabilità. Su via prima Maggio si affaccerà infatti una piazza-parcheggio mentre l'attuale cancellone della Crastan sarà sostituito dal proseguimento in linea diretta di via Carducci. Una nuova via che avvicinerà la stazione ed eviterà l'obbligo attuale di andare a passare dalla cosiddetta rotonda di Dublino in via Pisana. Mentre il nuovo quartiere al Chiesino, in un'area sulla sinistra di via Salvo d'Acquisto in direzione Calcinaia, avrà anche spazi verdi e giochi per bambini e sarà caratterizzato da viabilità interna, e con pista ciclabile, collegata con Pontedera

Come detto, il progetto da realizzare con minor impiego di terreno da edificare rispetto alla prime richieste delle due proprietà dovrebbe partire col centro commerciale. Per il quale ci sarebbero già interessamenti di varie aziende commerciali, negozi di continuità e studi professionali perché l'affaccio diretto sulla soprelevata (rispetto alla città) Statale che segue il cammino dell'Arno e dell'Era rappresenta una location ambita.

Mario Mannucci
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Lavoro

Politica