QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16° 
Domani 16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 24 febbraio 2020

Spettacoli venerdì 14 febbraio 2020 ore 08:00

Pontedera a tutto Beethoven

Parte sabato e si concluderà il 23 febbraio il festival organizzato per i 250 anni dalla nascita del grande musicista. Cinque concerti e non solo



PONTEDERA — Da sabato prossimo al 23 febbraio 2020 si terrà Festival Beethoven 250, dedicato all’anniversario della nascita del grande compositore, in collegamento ideale con quanto si svolgerà in tutte le capitali musicali del mondo. La rassegna è organizzata dall’Accademia Musicale Pontedera e Fondazione Piaggio con il patrocinio del Comune. 

L'iniziativa è stata presentata dal sindaco Matteo Franconi, Riccardo Costagliola presidente della Fondazione Piaggio e Luigi Nannetti dell'Accademia Musicale.

Festival Beethoven 250 propone quattro appuntamenti con alcuni protagonisti della scena musicale internazionale, ma anche una giornata che coinvolge i docenti dell’Accademia Musicale e una serie di incontri e di laboratori pensati per la città e per gli studenti delle scuole Medie Superiori. In questo modo l’iniziativa, oltre a offrire al pubblico eventi di grande valore, vuole ribadire l’importanza della cultura musicale nella crescita e nella formazione dei giovani. Perché, come affermava Claudio Abbado, nella musica non c’è soltanto un valore estetico, ma “dalla sua bellezza intrinseca, in grado di comunicare universalmente, scaturisce un intenso valore etico”.

I concerti si alterneranno tra il Teatro Era, l’Auditorium del Museo Piaggio e l’Auditorium dell’Accademia della Chitarra. 

Primo appuntamento in programma, sabato 15 febbraio alle 21,15 al ridotto del Teatro Era con i Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino, che eseguiranno di Beethoven i Quartetti dai primi alla grande fuga Op.18, op.95, op.133. Si prosegue domenica 16 febbraio alle 17,30 all’Auditorium del Museo Piaggio con il recital pianistico di Emilio Aversano, salernitano di nascita, famoso per suonare a memoria anche cinque concerti a serata. Eseguirà musiche di Beethoven, Scarlatti, Mendelssohn e Chopin. Venerdì 21 febbraio alle 21,15 all’Auditorium del Museo Piaggio, la Sinfonia n. 9 op. 125 di L. V. Beethoven nella trascrizione di F. Liszt, affidata al pianoforte di Maurizio Baglini, brillante solista, camerista, didatta e direttore artistico. Sabato 22 febbraio alle 21,15 all’Auditorium del Museo Piaggio, ancora Maurizio Baglini ma questa volta insieme alla violoncellista Silvia Chiesa. Il duo si esibirà in una selezione di Sonate e Variazioni per violoncello e pianoforte di Beethoven. La rassegna si chiuderà domenica 23 febbraio, con l’evento Maratona Beethoven, l’esibizione dei docenti dell’Accademia Musicale Pontedera, diviso in due momenti: alle 17 a Villa Crastan, con l'esecuzione di composizioni beethoveniane per piccoli ensemble, dal duo al quartetto; e alle 21,15 all’Auditorium dell'Accademia, con l'esecuzione del prezioso Settimino per archi e fiati op. 20.

Festival Beethoven 250 rientra nel più ampio cartellone del Pontedera Musica Festival, giunto quest’anno alla seconda edizione, organizzato dall’Accademia Musicale Pontedera, la Fondazione Piaggio, con il contributo della Fondazione Pisa e con il patrocinio del Comune di Pontedera. Un programma ricco di appuntamenti che spaziano dalla musica classica al jazz, alternando protagonisti della scena internazionale a nuovi talenti attivi sul territorio. La città della Vespa e della Piaggio conferma così una vocazione musicale che si va imponendo, coinvolgendo sempre di più i giovani e le realtà istituzionali del territorio.

Il Festival Beethoven 250 propone un ricco calendario di iniziative collaterali.

Venerdì 14 Febbraio, alle ore 17,30 alla Libreria Roma, "Beethoven 250. Approdo e ritorno", conferenza divulgativa di presentazione e introduzione al Festival Beethoven a cura di Matteo Giuggioli. Sabato 15 Febbraio, ore 10-12 all’Auditorium Museo Piaggio, conferenza rivolta agli studenti coinvolti nel Progetto Beethoven 250, a cura di G. Sbolci e L. Nannetti. Alle 17,30 alla Biblioteca “G.Gronchi”, "Beethoven tra invenzione e costruzione" a cura del prof. Fabio De Sanctis De Benedictis. Giovedì 20 Febbraio alle ore 17,30 presso Il Giradischi: “Beethoven dall'hard-rock all'heavy metal : workshop di confronto e ascolto interattivo. Moderatore: Luigi Nannetti. Venerdì 21 Febbraio alle ore 17,30 alla Libreria Carrara, "Beethoven, Kubrick e il demònico: il ruolo della musica nel film Arancia Meccanica", a cura del prof. Manfred Giampietro. Sabato 22 febbraio, dalle 16 alle 18, negli spazi di Villa Crastan, concerto degli allievi delle Accademie musicali cittadine e dell'ensemble strumentale dell'Istituto Comprensivo "Pacinotti" di Pontedera, e dalle 18 alle 19, presentazione e premiazione dei lavori realizzati dagli studenti delle scuole superiori: performances teatrali e musicali, video, elaborati artistici e quant’altro nascerà dall’incontro tra gli studenti e la musica di Beethoven.



Tag

Coronavirus, l'appello di Burioni: «In Italia serve unica catena di comando»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Sport