Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PONTEDERA11°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 28 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Perù, forte scossa di terremoto: crolli e persone in fuga

Attualità domenica 08 dicembre 2019 ore 09:06

Allah e i presepi nelle scuole e in città

Per la consigliera musulmana-pd di Milano "le scuole italiane sbagliano a non farli perché a noi non interessa nulla"



PONTEDERA — Sumaya Abdel Qader, musulmana, è consigliera Pd al comune di Milano. E' nata e cresciuta a Perugia da una famiglia giordana e partecipa volentieri a convegni e incontri politico-culturali in tutta Italia, fra cui uno per giornalisti, svoltosi di recente a Pisa, sul rapporto fra la religione e le donne. Convegno nel quale ha parlato del Corano, della galassia musulmana in Italia e nel mondo spiegando con franchezza che al suo interno ci sono divisioni, problemi e contrasti, a esempio sulla possibilità di avere più mogli, come e più nella galassia cristiana. E facendo anche una 'battuta' che ci ha molto colpito in chiave natalizia.

"In italia molte scuole dell'infanzia non fanno i presepi - ha detto con franchezza Sumaya Abdel Qader - per il timore, così dicono, di discriminare i bambini musulmani. Ma è una scusa e un non senso - ha aggiunto - perché a noi musulmani non interessa nulla che nelle scuole dei loro figli ci sia un presepe e si facciano manifestazioni cristiane".

In questi giorni Pontedera è addobbata a festa come non mai. Luci, istallazioni iniziative di vario genere, l'annuncio del primo veglione di capodanno nella storia della città, grandi presepi e natività sul piazzone e in altre zone. Eppure sul tema presepe pochi anni fa c'erano stati forti contrasti tra amministrazione comunale - inutile sottolineare che era di sinistra perché dal dopoguerra è sempre stata, ed è rimasta, tale - e opposizioni di centrodestra. Presepe che il centrodestra voleva, tanto che in piazza Belfiore ne fece uno 'suo', subendo subito il furto vandalico della statuine, e l'amministrazione comunale no.
Ma ora il Comune fa presepi anche molto belli ed è molto vicina alle parrocchie cittadine, mentre una dozzina d'anni fa scoppiò anche il caso del crocifisso da mettere o non mettere nella sala consiliare, con la vittoria dei favorevoli fra i quali fu definitivo il 'si' espresso nel voto dal presidente del consiglio comunale eletto nella sinistra. E il Crocifisso è ancora lì senza che nessuno se ne lamenti più.

Tutto questo significa che i rapporti fra politica e religione sono cambiati. Molto cambiati. Come del resto cambiano da sempre le situazioni politiche, a volte lentamente e a volte in un battibaleno.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Cevoli in lutto per la morte del suo parroco, Don Bruno Nuti, per molti anni parroco della parrocchia. Oggi i funerali a Ponsacco
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Lando Desideri (Il tassista)

Domenica 28 Novembre 2021
Onoranze funebri
MISERICORDIA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca