QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 9° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 14 novembre 2019

Politica martedì 22 ottobre 2019 ore 15:15

"Cimitero ed ex Enel nel degrado"

Lega e Fratelli d'Italia criticano l'amministrazione comunale "che non interviene per risolvere i problemi ormai vecchi"



PONTEDERA — La Lega attacca l comune per il cimitero comunale "degradato" e Fratelli d'Italia lancia nuovamente l'allarme per l'ex Enel "di nuovo occupato da clandestini".

"Tra pochi giorni verrà celebrata la ricorrenza dei defunti - scrivono i consiglieri leghisti Pandolfi, Crespina e Stefanelli in una mozione presentata al consiglio comunale in programma per oggi pomeriggio - e molte persone si recheranno al cimitero a portare un fiore sulla tomba dei propri cari. Ma purtroppo, e da diversi anni, alcuni non possono farlo perché buona parte del cimitero è chiusa e inagibile, mentre tutta la struttura si presenta in pessime condizioni".
"Nella parte nuova ci sono anche cappelle di recente costruzione ma in stato di abbandono con evidente infiltrazioni di umidità. Chiediamo - concludono i tre consiglieri leghisti - se è intenzione dell'amministrazione mettere mano a questa situazione mettendo in bilancio la somma necessaria, in quale anno sono state costruite le cappelle e se è prevista la loro manutenzione". Alla mozione, Pandolfi-Crespina-Stefanelli aggiungono che "sarebbe meglio se il cimitero comunale fosse dato in gestione, come da tempo si era detto, alla Misericordia e alla Pubblica Assistenza invece cdi mettersi in mano a ditte forestiere".
"Franconi dà il cambio a Millozzi ma la situazione già critica non cambia, anzi peggiora. L’edificio ex Enel di in via Pisana è stato di nuovo occupato abusivamente da persone sospette - dice Fdi col segretario Arcenni - come segnalano i cittadini residenti nella zona spaventati da un via vai notturno di probabili spacciatori e malviventi. Le promesse di intervenire da parte del comune e di riqualificare l’edificio non sono state mantenute e la scusa è sempre la solita: il cantiere è stato sospeso a causa di difficoltà economiche da parte del soggetto privato, ma selezionato con evidenza pubblica, che si era assunto l’onere di intervenire. L’amministrazione cerca di deresponsabilizzarsi, la scusa però non regge dato che il comune è proprietario al 40% della palazzina... I cittadini sono stanchi delle promesse non mantenute e dei proclami, hanno bisogno di un comune che risponda al loro grido di aiuto e che assicuri l’incolumità di tutti i pontederesi".



Tag

Sotis incalza Salvini: «Fa paragone operai Ilva-Balotelli ma deve andare in Parlamento a discuterne»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Cronaca