QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 6° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 13 dicembre 2019

Attualità giovedì 28 dicembre 2017 ore 13:00

"Contro il gioco d'azzardo servono azioni"

Matteo Franconi
Matteo Franconi

L'assessore al diritto alla salute Franconi sui dati dei soldi spesi nelle slot: "Deve continuare l'impegno su regolamenti e reti di protezione"



PONTEDERA — Qualcosa è stato fatto ma occorre fare di più. Questo, in estrema sintesi, il pensiero dell'assessore al diritto alla salute Matteo Franconi che ha detto la sua in merito ai dati relativi ai soldi spesi dai cittadini nelle sale slot della zona rilevati dal del Gruppo editoriale Gedi e riportati da QUInews Valdera in un recente articolo.

"Il gioco d'azzardo è sempre più un emergenza nazionale - ha esordito Franconi -. I numeri anche nella nostra Valdera e nella nostra città parlano chiaro: 563 euro pro capite per ogni cittadino pontederese ogni anno vanno nel gioco; 16 milioni andati in slot, 4,8 per i “gratta e vinci”, 4,7 per i giochi online, 4,2 per le scommesse sportive e 3,1 per il Lotto; 33 milioni di euro che vengono giocati e 24 milioni che vengono vinti. Una perdita secca di 9 milioni di euro all'anno".

Secondo l'assessore di Pontedera "occorre una nuova regolamentazione nazionale, superando il far west attuale in cui a perdere sono proprio i cittadini, allettati dall'illusione delle “vincite facili” che si traducono piuttosto in danni sanitari, sociali ed economici sempre più rilevanti. Un passo in avanti è stato sicuramente l'accordo stato/regioni siglato poco tempo fa ma che necessità di direttive esplicite ed attuative. La Regione Toscana, i comuni e l'Unione dei Comuni della Valdera devono continuare quell'azione già avviata sia sui regolamenti sia sulla costruzione di reti di protezione delle persone e famiglie vittime di gioco d'azzardo".

"Pochi giorni fa - ha aggiunto Franconi - il Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza presieduto da don Armando Zappolini ha presentato un dossier con numeri, indicatori e cifre del fenomeno a carattere nazionale ma anche 23 proposte di modifica normativa rivolta al legislatore relative a cinque diversi ambiti di intervento: barriere all'ingresso; revisione delle sanzioni penali e amministrative; rafforzamento delle misure antiriciclaggio per la tracciabilità delle vincite; politiche antimafia e ruolo delle autonomie locali; una nuova governance del settore. Nelle prossime settimane - ha concluso l'assessore - insieme a don Armando Zappolini ne faremo un momento di riflessione e condivisione sia dei dati che delle azioni da intraprendere anche nei nostri territori".



Tag

Piazza Fontana, il giornalista del Corriere che era nella banca: «Mi salvò un caffè»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Cultura

Attualità