Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:07 METEO:PONTEDERA18°31°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 19 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Ardea, la madre del killer Pignani: «Come si può arrivare a tanta ferocia? Il gesto di mio figlio non può essere giustificato»

Attualità martedì 28 novembre 2017 ore 13:00

Dipendenza da smartphone, un incontro per capirla

Venerdì 1 dicembre al Museo Piaggio si terrà una conferenza dedicata alla nomofobia organizzata dal Lions e Leo Club Pontedera



PONTEDERA — Quante volte ci capita oggigiorno di assentarci, guardando solamente il nostro smartphone, quando siamo in compagnia del nostro partner? Quante altre ancora, durante una piacevole serata in compagnia, ci rendiamo conto di quanto lo smartphone stesso vada a minare la conversazione incollando tutti al suo schermo luminoso? Nonostante sia sconosciuta ai più, esiste una malattia ed ha un nome preciso, la nomofobia: questa patologia, di recente nascita, non è altro che una paura incontrollata di rimanere sconnessi dal contatto con la rete di telefonia mobile. Di questo e di tutto l’universo connesso al mondo dei social, con i relativi annessi, conseguenze e pericoli, si parlerà nella conferenza Si cura mente, dalle dipendenze all’arte in salute mentale organizzata dal Lions club Pontedera, Lions club Pontedera Valdera e dai giovani del Leo Pontedera per venerdì primo dicembre alle 18,30 al Museo Piaggio.

All'incontro relazioneranno esperti del settori quali il dottor Enrico Lazzari che illustrerà ai presenti come interfacciarsi consapevolmente con la rete e con il Wwb; la dottoressa Silvia Pratali che inviterà a riflettere sulle rischiose dipendenze che possano provenire da un uso scorretto della rete ed infine il dottor Macchi che dimostrerà quanto l’arte, in casi di tali patologie, possa risultare utile ai fini della “disintossicazione”.

"In un mondo dove ormai è sempre più importante mostrare, apparire, postare e pubblicare - hanno spiegato dal Lions club -, si rende necessario fare un passo indietro per provare ad uscire dalla realtà virtuale che corre sempre più veloce, per riuscire a guardare dall’esterno quelli che sono i pericoli, le conseguenze ed i gravi rischi che un uso incondizionato dello smartphone rischia di apportare".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il furto è avvenuto al ponte alla Botte, dove sono sparite sei vaschette di fiori che abbellivano la zona. La rabbia del sindaco
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Francesca Viscariello

Venerdì 18 Giugno 2021
Onoranze funebri
MISERICORDIA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Politica