QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 19 maggio 2019

Politica venerdì 08 marzo 2019 ore 18:19

"Il Toncelli-pensiero è vicino alla destra"

Intervento di Progetto Pontedera, Gini e Nencioni puntano il dito contro i Cinque stelle: "Ghetto, città violenta? Propaganda disfattista..."



PONTEDERA — "Progetto Pontedera "è una lista di sinistra che insieme a Pd e Pontedera in Comune, costituisce la coalizione di centrosinistra.

Stefano Gini ed Elena Nencioni sono intervenuti per commentare i recenti fatti, in particolare la candidatura di Fabiana Toncelli a sindaco e la visione che quest'ultima e il M5S hanno di Pontedera: "La sostanza del Toncelli pensiero si accomuna in tutta evidenza a quello della destra quando fotografa Pontedera come un territorio caratterizzato da delinquenza, solitudine, trascuratezza, abbandono. Questo modo di considerare Pontedera, in primis dalla destra e ora dai cinque stelle, è la prima ragione di quel deprezzamento del valore patrimoniale della città oltreché etico e civico che essi addebitano al centrosinistra. Questa propaganda disfattista (il ghetto, la città dormitorio, violenta ecc.) che vomitano in continuazione, è la prima causa per la quale, se fosse vero, mai potrebbero realizzarsi le condizioni dello sviluppo e della crescita sociale ed economica della città".

"Se i cittadini di Pontedera davvero pensassero questo cammineremmo sulle macerie non su un tessuto ricco di vitalità, di progetti, di contenuti, di valori come quello che abbiamo incontrato in questi mesi. Noi rifiutiamo questa fotografia artefatta e dispregiativa che agita i sonni dei nostri avversari".

"Proprio da quei quartieri e da quelle frazioni disegnati come vittime del degrado e dell’indifferenza amministrativa - hanno aggiunto da Progetto Pontedera - viene invece posta con forza l’esigenza del protagonismo, della partecipazione,dell’impegno a costruire per migliorare, per garantire lo scambio generazionale, per disegnare una città ospitale e inclusiva per tutti, per favorire elementi di socialità diffusa e di promozione dello stare insieme. Sappiamo bene che ogni cittadino di Pontedera, qualunque sia la sua storia personale, è fiero e orgoglioso di appartenere a questa comunità che ha contribuito a far crescere e a svilupparsi ed è disposto ad impegnarsi “non contro ma per”: questo vale ai Villaggi come Fuor del Ponte, a La Rotta come a Treggiaia, a Montecastello come a Gello o a Santa Lucia.Tutte le persone in difficoltà, a Pontedera, sanno che possono trovare nelle forze della sinistra attenzione, disponibilità, impegno per sviluppare innovazione e garantire migliori condizioni di vita ai cittadini". 

"La lotta contro la povertà, le disuguaglianze, le discriminazioni, il razzismo sono nel nostro patrimonio genetico così come l’antifascismo e la legalità. Ci vien dunque da dire: “giocate pure le vostre carte sull’apocalisse e sull’odio sociale”. Noi parleremo, come abbiamo sempre fatto, alla città e ci porremo di fronte ai cittadini come costruttori di futuro, senza presunzione, ma con la certezza che possiamo fare Pontedera più ricca, ancora più bella e accogliente, più felice. Tirando fuori, come da sempre accade, il meglio di ciascuno per garantire una comunità coesa e responsabile" hanno concluso Stefano Gini ed Elena Nencioni.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Elezioni

Attualità